Scommesse Baseball MLB: stagione 2017 al via. La bibbia dello scommettitore con analisi e statistiche di tutte le squadre

Inizia la stagione 2017 di Baseball Americano MLB

Pubblicato il 02/04/2017 da Redazione

La stagione di Baseball Americano riprende con un 2017 che vede i campioni di Chicago, i Cubs, ripartire davanti a tutti nelle quote antepost per la vittoria anche di questo titolo alle World Series. Ecco analisi, quote, statistiche di tutte le squadre, division per division, con la bibbia dello scommettitore MLB.


Ecco la nostra preview sulle division di American League e National League per la prossima stagione di Basebell Americano MLB.
 
AL EAST BETTING PREVIEW
 
Baltimore Orioles (2016: 89-73, +1,611 units, 67-91-4 O/U)
Quota vittoria divisionale a 9.00
Linea vittorie stagionali: O/U 78.5 (Over)
Pro: Buck Showalter sa i bottoni da spingere per far rendere al massimo una rotazione che non è certamente tra le migliori. Nel 2016 Baltimore è stata una delle migliori squadre in attacco (253 homeruns, .443 media battuta).
Contro: La menzionata rotazione che ha viaggiato con un 4.72 ERA nella passata stagione rimane un problema anche con Yovani Gallardo. La perdita del catcher Matt Wieters inoltre è un altro problema per gli Orioles.
 
Boston Red Sox (2016: 93-69, +246 units, 77-78-7 O/U)
Quota vittoria divisionale a 1.65
Linea vittorie stagionali: O/U 87.0 (Under)
Pro: L'arrivo di David Price e la stagione mostruosa da cui arriva Rick Porcello fanno dei Red Sox i grandi favoriti divisionali. Boston ha aggiunto anche Chris Sale alla miglior rotazione dell'intera AL sulla carta. Anche offensivamente Boston arriva già da una stagione super positiva dove è stata tra le migliori squadre in assoluto.
Contro: Proprio i problemi fisici di David Price hanno però subito preoccupato Boston, e non dimentichiamo nemmeno la perdita di un grande come David Ortiz, anche se in generale lo spot peggiore questa squadra sembra averlo nel bullpen, nonostante i Red Sox possano contare su un grande nome come Craig Kimbrel in quel reparto.
 
New York Yankees (2016: 84-78, +354 units, 72-80-10 O/U)
Quota vittoria divisionale a 6.50
Linea vittorie stagionali: O/U 85.0 (Under)
Pro: Le aspettative non sono altissime quest'anno per gli Yankees, e questo potrebbe portare la giusta serenità per centrare i playoffs, anche perchè il lato carente dello scorso anno, l'attacco (22°), è stato migliorato con l'arrivo di Matt Holiday, e nella grande mela si sono mossi bene anche negli affari Aroldis Chapman e Dellin Betances.
Contro: Molti sostengono che Holliday sia un giocatore già in declino per rigalvanizzare davvero l'attacco di NY. Anche la rotazione lascia qualche dubbio con poca qualità (Masahiro Tanaka, C.C. Sabathia, Michael Pineda e Luis Severino) per affrontare una lunga stagione ad alti livelli.
 
Tampa Bay Rays (2016: 68-94, -3,012 units, 78-75-9 O/U)
Quota vittoria divisionale a 22.50
Linea vittorie stagionali: O/U 82.5 (Under)
Pro: La rotazione dei Rays è davvero solida con Chris Archer alla guida, e come Baltimore, anche Tampa riparte da una stagione buona negli homeruns (6° migliori della lega). In aggiunta al bullpen sono arrivati anche due interessanti innesti: Colby Rasmus e Wilson Ramos che dovrebbero migliorare il 4.09 ERA dello scorso anno (5° peggiore in AL).
Contro: Con tutte le buone intenzioni, Tampa arriva comunque da una stagione da appena 68 vittorie (la peggiore dal 2007 dove ne vinsero solo 66). In verità la squadra non ha fatto grandi passi avanti come roster da giustificare un cambio di passo repentino. L'attacco ha lavorato bene negli homeruns nel 2016, dove però i Rays sono stati comunque tra gli ultimi come punti messi a segno, e 27° in strikeouts.
 
Toronto Blue Jays (2016: 89-73, -919 units, 63-93-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 5.25
Linea vittorie stagionali: O/U 86.5 (Over)
Pro: Toronto è sempre arrivata alla post-season negli ultimi 2 anni, e grazie all'attacco con Josh Donaldson, Troy Tulowitzki e Jose Bautista. Anche nel 2017 sarà una contender per il titolo di AL East. La rotazione ha tanti giovani di talento e la partenza di R.A. Dickey è salutata come una benedizione dopo 4 anni sotto le attese. Aaron Sanchez e J.A. Happ hanno combinato un 35-6 lo scorso anno e non c'è modo di pensare che non saranno un fattore anche nel 2017.
Contro: All'infuori del closer Roberto Osuna, il bullpen è un reparto altamente deficitario per i canadesi che hanno perso anche un rilievo come Brett Cecil. L'attacco rimane un punto di forza dei Blue Jays, ma non ci sarà più Edwin Encarnacion in lineup.
 
AL CENTRAL BETTING PREVIEW
 
Chicago White Sox (2016: 78-84, -630 units, 79-76-7 O/U)
Quota vittoria divisionale a 500.00
Linea vittorie stagionali: O/U 69.5 (Under)
Pro: Il 2016 è stata una stagiona catastrofica ma che è servita per dare esperienza e inserire altri giovani talentuosi nel roster, anche se ovviamente la perdita di Chris Sale è pesante. Jose Abreu invece ha un po' deluso lo scorso anno, e per il 2017 si attende un miglioramento.
Contro: La trade di Sale conferma il rebuilding mode dei White Sox che potrebbe prolungarsi anche per il 2017 visto che il roster ha parecchie carenze. Perso Sale la rotazione si è indebolita, ma allo stesso tempo anche il bullpen non è stato migliorato abbastanza per compensare la carenza di qualità tra gli starter.
 
Cleveland Indians (2016: 94-67, +892 units, 80-70-11 O/U)
Quota vittoria divisionale a 1.26
Linea vittorie stagionali: O/U 93.5 (Under)
Pro: Dopo aver sfiorato il titolo lo scorso anno, a Cleveland hanno fatto le cose in grande per riprovarci nel 2017, confermando una delle migliori rotazioni della AL, e inserendo anche Edwin Encarnacion per l'attacco.
Contro: Buone acquisizioni, anche se vanno ricordate le perdite di alcuni giocatori chiave per gli Indians per cui non sarà facile confermarsi.
 
Detroit Tigers (2016: 86-75, +1,087 units, 80-73-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 6.25
Linea vittorie stagionali: O/U 93.5 (Over)
Pro: Dopo le sole 74 vittorie del 2015 la squadra ha migliorato parecchio nel 2016, e potrebbe completare il percorso di crescita in questa stagione. A Detroit credono nel progetto tanto che in offseason non hanno opertato grandi trade, quindi i Tigers si ripresentano bene o male come gli stessi.
Contro: Va detto che sono 2 gli anni senza playoffs a Detroit che possiede un roster solido, anche se ha alcuni giocatori chiave (Justin Verlander e Miguel Cabrera) tendono ad infortunarsi troppo spesso, e in generale sembrano non poter competere con Cleveland anche in questa stagione. Nonostante questo prevediamo con convinzione l'Over 82.5 vittorie stagionali, in perfetta proiezione di miglioramento rispetto alle 80 vittorie del 2016.
 
Kansas City Royals (2016: 81-81, +206 units, 75-78-9 O/U)
Quota vittoria divisionale a 150.00
Linea vittorie stagionali: O/U 75.5 (Over)
Pro: I Royals hanno vinto 14 partite in meno rispetto alla gloriosa stagione 2015, per molti sinonimo di stimoli subito calati dopo il successo alle World Series, e la tragedia della morte di Yordano Ventura non aiuta certamente a far salire l'entusiasmo dell'ambiente, anche se spesso gli sport americani ci hanno insegnato che da tragedie del genere alcune squadre possono uscirne fortificate.
Contro: Oltre a Ventura i Royals hanno perso (non in modo tragico per fortuna) anche Edinson Volquez nella rotazione, ma forse la perdita più pesante per il roster è quella di Wade Davis e in generale le previsioni non sono molto ottimistiche.
 
Minnesota Twins (2016: 59-103, -3,129 units, 95-59-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 290.00
Linea vittorie stagionali: O/U 74.5 (Over)
Pro: I Twins sono passati da una stagione da 83 vittorie a sole 59, unica squadra della lega oltre le 100 sconfitte. Minnesota è un gruppo giovane, ma di talento, ed è atteso un miglioramento dopo il disastro dello scorso anno, anche se ovviamente pure in questo caso è impensabile sperare che i Twins possano essere anche solo una contendere divisionale.
Contro: I Twins hanno perso diversi giocatori importanti e questa formazione arriva da una stagione in cui la propria rotazione è stata la peggiore dell'intera American League come ERA. Il roster giovane è un coltello a doppio taglio.
 
AL WEST BETTING PREVIEW
 
Houston Astros (2016: 84-78, -935 units, 73-81-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 2.20
Linea vittorie stagionali: O/U 91.5 (Under)
Pro: Houston si presenta con un attacco esplosivo con giocatori come Jose Altuve, Carlos Correa e George Springer a cui si sono aggiunti Brian McCann, Josh Reddick e Carlos Beltran. Nel 2016 la rotazione è stata sorprendentemente deludente, ma da giocatori come Dallas Keuchel e Colin McHugh non ci aspettiamo due stagioni negative di fila.
Contro: Proprio la rotazione ha fatto male nel 2016. Keuchel arrivava dall'anno del Cy Young, passando al 4.55 ERA (solo 9 vittorie) del 2017. Negli ultimi tre anni l'ERA di McHugh è andata in modo preoccupante in crescendo (2.73, 3.89 e 4.34).
 
Los Angeles Angels (2016: 74-88, -876 units, 69-83-10 O/U)
Quota vittoria divisionale a 10.50
Linea vittorie stagionali: O/U 79.5 (Under)
Pro: Ogni anno si parte con grandi aspettative sugli Angels che puntualmente deludono. I punti di forza di questa squadra rimangono pochi, ma certi: Mike Trout, Garrett Richards e Matt Shoemaker.
Contro: Proprio Garrett Richards da sempre preoccupazioni a livello fisico, e la stagione da affrontare è lunga, per una squadra che ha cambiato poco nonostante negli ultimi 3 anni sia andata inserobilmente a calare come vittoria (95, 85 e 77).
 
Oakland Athletics (2016: 69-93, -1,544 units, 72-84-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 22.00
Linea vittorie stagionali: O/U 73.5 (Over)
Pro: Oakland arriva da una stagione negativa, ma spera nel ritorno ai livello attesi per Sonny Gray, alla guida di una rotazione che appare solida, e anche il bullpen è stato migliorato. L'attacco è stato il grande problema del 2016, ma gli A's sono intervenuti con gli ottimi innesti di Trevor Plouffe e Matt Joyce.
Contro: L'attacco rimane il dubbio maggiore per Oakland che nel 2016 è stata la squadra di American League che ha messo a segno meno punti. Sean Manaea arriva da una solida stagione ma il resto della rotazione lascia dubbi, specialmente se Gray non dovesse essere al 100% fisicamente.
 
Seattle Mariners (2016: 86-76, +69 units, 80-76-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 3.65
Linea vittorie stagionali: O/U 85.5 (Under)
Pro: Nel 2016 Seattle ha vinto 10 partite in più rispetto al 2015, e anche per questa stagione i Mariners attendono una crescita. Il gruppo d'attacco è di alto livello con Robinson Cano, Nelson Cruz e Kyle Seage e in rotazione la stella rimane Felix Hernandez. Il bullpen sembra inoltre quello maggiormente rinforzato nell'intera division.
Contro: più di un analista sostiene però che Seattle sia una squadra sopravvalutata, e anche noi ci accodiamo alla previsione da Under sulla linea proposta di 85.5 vittorie. Non dimentichiamo infatti che gli anni passano per tutti, specialmente per le principali stelle della squadra (Cruz e Cano hanno rispettivamente 36 e 34 anni). Hernandez ha segnato un 3.82 ERA lo scorso anno, il dato più alto dal 2007. Hernandez forma un ottima coppia assieme a Hisashi Iwakuma, ma entrambi hanno già spento 36 candeline, ed esclusi questi due lanciatori, il resto della rotazione non sembra di grande livello.
 
Texas Rangers (2016: 95-67, +2,932 units, 79-73-10 O/U)
Quota vittoria divisionale a 3.65
Linea vittorie stagionali: O/U 84.5 (Over)
Pro: Dal 13 agosto del 2015 i Rangers hanno tenuto uno dei migliori record di tutta la lega (127-84), sintomo che qualcosa sta cambiando in Texas, e che il 2017 potrebbe essere l'anno della definitiva affermazione per un roster che ha un grande potenziale in attacco (già il 4° migliore in American League nel 2016), ma anche due ottimi starter sul monte di lancio come Cole Hamels e Yu Darvish.
Contro: Texas lo scorso anno ha avuto il penultimo bullpen della NL come ERA (4.40) e ha utilizzato ben 11 diversi starting pitchers. I Rangers hanno dimostrato di essere efficenti nele partite tirate, con un record di 36-11 lo scorso anno nelle sfide decise da un solo punto, che sono comunque troppe.
 
NL EAST BETTING PREVIEW
 
Atlanta Braves (2016: 68-93, +3.88 units, 82-69-10 O/U)
Quota vittoria divisionale a 36.00
Linea vittorie stagionali: O/U 74.0 (Over)
Pro: Dansby Swanson è uno dei migliori prospetti, Bartolo Colon, Jaime Garcia ed R.A. Dickey ribalteranno la rotazione, specialmente in aggiunta a Julio Teheran per allungare la lista. Matt Kemp e Brandon Phillips sono andati a Cincinnati, ma lo scorso anno in attacco Freddie Freeman ha lavorato bene (.300 di media battuta).
Contro: Servono altri anni prima che Atlanta possa tornare ad essere una vera contender, visto che in quasi tutti i reparti il roster dei Braves appare carente, specialmente come lunghezza e possibilità di scelte, e potrebbe impoversi ancora visti gli ultimi rumors (Jim Johnson).
 
Miami Marlins (2016: 79-82, -6.11 units, 80-75-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 16.00
Linea vittorie stagionali: O/U 77.5 (Under)
Pro: Lo scorso anno solo Colorado ha battuto meglio di Miami in NL che in lineup conferma ottimi nomi (Dee Gordon e Martin Prado). Brad Zeigler inoltre va a potenziare molto bene il bullpen.
Contro: In questa squadra sembra mancare un asso specialmente in rotazione dove sono rimasti solo numeri 2 e 3 (Wei-Yin Chen, Edinson Volquez, Adam Conley e Jeff Locke) dopo la prematura e drammatica scomparsa di Jose Fernandez che rappresentava il futuro di Miami in quel ruolo. Giancarlo Stanton è un altro giocatore importante che preoccupa i Marlins visto che ha saltato troppe partite la scorsa stagione.
 
New York Mets (2016: 87-75, -7.55 units, 74-85-3 O/U)
Quota vittoria divisionale a 2.70
Linea vittorie stagionali: O/U 88.5 (Under)
Pro: La rotazione ritrova Zack Wheeler che forma un ottimo reparto con Noah Syndergaard e Jacob deGrom, ma in questo 2017 si attendono le riprese di Yoenis Cespedes e Jeurys Familia.
Contro: La regressione di Matt Harvey (4.86 ERA) è stato un problema del 2016 che si ripresenterà anche nel 2017. Altri giocatori arrivano da una stagione sotto le attese e rimangono delle incognite (David Wright, Jay Bruce e Michael Conforto). A ben vedere i punti grigi di NY iniziano ad essere troppi per fare una stagione da 90 vittorie.
 
Philadelphia Phillies (2016: 71-91, -2.01 units, 78-76-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 26.00
Linea vittorie stagionali: O/U 73.0 (Under)
Pro: La credibilità della squadra è cresciuta grazie al buon lavoro di offseason (Howie Kendrick, Joaquin Benoit, Pat Neshek), e con un anno in più di esperienza, anche i pitchers Jerad Eickhoff, Vince Velasquez ed Aaron Nola formano un bel trio in rotazione.
Contro: I nuovi arrivi non servono a risolvere tutti i problemi di attacco registrati lo scorso anno da Philadelphia che ha segnato un totale di soli 610 punti in tutta la stagione, il dato più basso dell'intera lega, e il .230 di media battuta in casa è stato il dato peggiore di sempre per la franchigia dei Phillies. Il già citato Velasquez nasconde qualche dubbio visto che arriva da un lungo infortunio, e il nuovo arrivato in rotazione, Clay Buchholz, fa storcere il naso a più di un fan dopo una stagione da 4.78 ERA in 21 starts a Boston.
 
Washington Nationals (2016: 95-67, +0.27 units, 76-78-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 1.70
Linea vittorie stagionali: O/U 91.0 (Over)
Pro: La rotazione ha un talento eccezionale con Max Scherzer e Stephen Strasburg assi principali (hanno sommato un 35-11 lo scorso anno), oltre a Joe Ross, senza dimenticare che Gio Gonzalez ha una qualità impressionante da 4°. In avanti Adam Eaton si aggiunge a Bryce Harper, Daniel Murphy ed Anthony Rendon per una squadra che la scorsa stagione ha segnato quasi 800 punti totali.
Contro: La squadra sembra non aver ancora trovato un closer all'altezza, e in lizza ci sono Shawn Kelley e Koda Glover. L'arrivo in offseason di Eaton in attacco è costata però la partenza di Lucas Giolito e Reynaldo Lopez dalla rotazione, e non dimentichiamo che spesso Strasburg è alle prese con problemi fisici, e che Scherzer non giocherà la sping-training per via di un infortunio.
 
NL CENTRAL BETTING PREVIEW
 
Chicago Cubs (2016: 103-58, +2.99 units, 75-79-8 O/U)
Quota vittoria divisionale a 1.20
Linea vittorie stagionali: O/U 96.0 (Over)
Pro: I Cubs sono i grandi favoriti anche in questa stagione dove si sono rinforzati in lineup con Kyle Schwarber che in carriera ha un .408 di media battuta, ma anche Wade Davis è un solido closer per rimpiazzare Aroldis Chapman nel bullpen. Davis ha tenuto un 1.87 ERA lo scorso anno a Kansas City. Sulla rotazione inoltre Jon Lester, Kyle Hendricks e Jake Arrieta formano probabilmente il trio più forte dell'intera lega. A tutto questo aggiungiamo un manager competente e motivato come Joe Maddon e il gioco è fatto.
Contro: Non ci vengono in mente grossi contro per questa squadra, se non nei risvolti del betting visto che i Cubs rischiano di essere molto inflazionati su linee e quote in questo 2017. L'unica problematica potrebbe arrivare dalle condizioni fisiche proprio di Wade Davis, e su un John Lackey che non sembra assolutamente a livello.
 
Cincinnati Reds (2016:  68-94, -7.26 units, 87-65-10 O/U)
Quota vittoria divisionale a 900.00
Linea vittorie stagionali: O/U 70.5 (Under)
Pro: Le speranze dei Reds risiedono in 4 nomi (forse troppo poco visti i tanti deficit di questo roster): Joey Votto che ha battuto a .408 da dopo l'All-Star break del 2016 in cui è stato uno dei migliori prima base dell'intera lega; Raisel Iglesias che è un ottimo elemento nel bullpen, Billy Hamilton che ha rubato 58 basi lo scorso anno e in rotazione Anthony DeSclafani che ha chiuso il 2016 con un discreto 9-5, 3.28 ERA.
Contro: Peccato che DeSclafani, come Homer Bailey, al momento siano infortunati, e la rotazione ha perso anche Dan Straily. Il bullpen lo scorso anno è stato terribile ed è quello che ha concesso più home runs e punti in tutta la lega. Ripartire da queste macerie non fa ben sperare.
 
Milwaukee Brewers (2016: 73-89, -0.24 units, 74-79-9 O/U)
Quota vittoria divisionale a 900.00
Linea vittorie stagionali: O/U 70.0 (Over)
Pro: Anche i Brewers arrivano da una brutta stagione, ma in questo caso ci aspettiamo passi in avanti, con Craig Counsell che è un manager competente che sfrutterà al meglio i punti di forza del 2016, visto che Milwaukee è stata la 4° squadra della storia MLB a chiudere con almeno 180 home runs e 180 basi rubate, molto grazie a Jonathan Villar (il migliore della lega con 62 basi rubate). Anche Ryan Braun è una star e dai Brewers ci aspettiamo più di 70 vittorie.
Contro: Questo non significa che i problemi non manchino per i Brewers, specialmente nella rotazione mediocre che non ha un vero numero 1, visto che i pitchers principali sono Zach Davies e Junior Guerra e Matt Garza, Wily Peralta, Tommy Milone e Jimmy Nelson, lanciatori che non hanno ancora dimostrato di essere di alto livello. Anche il bullpen non da grandi certezze.
 
Pittsburgh Pirates (2016: 78-83, -13.78 units, 89-69-4 O/U)
Quota vittoria divisionale a 10.00
Linea vittorie stagionali: O/U 83.0 (Under)
Pro: Il 2016 ha visto i Pirates sgonfiarsi con sole 78 vittorie, 20 in meno rispetto alle 98 del 2015. Nel suo ruolo però Andrew McCutchen rimane uno dei migliori al mondo e Gerrit Cole è un solido numero 1 nella rotazione. Come closer Tony Watson è stato All-Star lo scorso anno.
Contro: Il Pitching coach Ray Searage dovrà comunque fare un mezzo miracolo col resto a disposizione, con Ivan Nova alla guida di un gruppo di giovani prospetti: Steven Brault, Chad Kuhl e Jameson Taillon, che tutti insieme hanno sommato un record di appena 10-11 lo scorso anno. Daniel Hudson è stato ingaggiato per migliorare il bullpen, ma nel 2016 ha tenuto un pessimo 5.22 ERA.
 
St. Louis Cardinals (2016:  86-76, -6.49 units, 83-73-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 7.00
Linea vittorie stagionali: O/U 84..5 (Under)
Pro: Dexter Fowler dai Cubs è un ottimo innesto in lineup con Matt Carpenter ed Aledmys Diaz. Anche da Seung-hwan Oh si attendono buoni progressi dopo un convincente 2016 dove si è distinto anche Lance Lynn nuovamente All-Star.
Contro: Alex Reyes non sarà a disposizione quest'anno, un duro colpo per la rotazione visto che Michael Wacha ed Adam Wainwright arrivano da una stagione davvero sotto le attese e preoccupante anche in ottima 2017. I Cardinals hanno inoltre perso altri giocatori chiave come Matt Holliday e Brandon Moss che lo scorso anno sono riusciti a combinare per 48 home runs.
 
NL WEST BETTING PREVIEW
 
Arizona Diamondbacks (2016: 69-93, -20.41 units, 89-67-6 O/U)
Quota vittoria divisionale a 19.00
Linea vittorie stagionali: O/U 78.0 (Under)
Pro: Forse ci si aspettava di più nel 2016 da Zack Greinke che rimane comunque un asso. In avanti il nome più interessante è quello di Paul Goldschmidt (.297 media battuta con 24 home runs e 95 RBI lo scorso anno) oltre a Jake Lamb e Yasmany Tomas che lo scorso anno sono riusciti a combinare per 60 home runs e 174 RBI. Arizona ha avuto il 5° miglior attacco della NL nel 2016 come punti segnati.
Contro: Nonostante Greinke, i punti di domanda principali riguardano la rotazione con Shelby Miller, Archie Bradley e Taijuan Walker. Anche il closer Fernando Rodney ormai ha dato il suo meglio in carriera e nel 2016 i D-Backs sono stati la 30° squadra come ERA, una situazione che non sembra poter migliorare molti. Infortuni e condizioni fisiche sono un altro problema in Arizona.
 
Colorado Rockies (2016: 75-87, -8.42 units, 76-82-4 O/U)
Quota vittoria divisionale a 11.00
Linea vittorie stagionali: O/U 80.5 (Over)
Pro: L'attacco ha aggiunto Ian Desmond e lo scorso anno è stato tra i migliori della lega in diverse categorie. Nolan Arenado e Carlos Gonzalez rimangono una delle coppie più sottovalutate in MLB. Jon Gray arriva da una stagione in cui ha messo a segno 185 strikeouts in soli 168 innings e Greg Holland da Kansas City è un buon rinforzo nel bullpen per Colorado che sembra davvero in rilancio.
Contro: La rotazione è talentuosa, ma molto giovane, e questo lasia qualche dubbio, specialmente con le altitudini che i pitchers devono sempre affrontare a Coor's Field. Un altro dato da migliorare per i Rockies è però proprio il rendimento tenuto fuori casa nel 2016 (33-48).
 
Los Angeles Dodgers (2016: 91-71, -6.37 units, 71-84-7 O/U)
Quota vittoria divisionale a 1.50
Linea vittorie stagionali: O/U 94.5 (Under)
Pro: Clayton Kershaw anche nel 2016 ha confermato di essere il miglior pitchers della lega, e questo è un dato da non sottovalutare, specialmente quando gli viene affiancato anche uno dei migliori closer, Kenley Jansen (180 salvataggi negli ultimi 5 anni). Corey Seager è stato nominato Rookie of the Year lo scorso anno e ci aspettiamo una crescita ulteriore, in una franchigia che ha nel dna la mentalità vincente.
Contro: L'età è il grande problema ad LA, specialmente sulla rotazione che conta alcuni giocatori ormai non più di primo pelo come Rich Hill (37 anni) o Brandon McCarthy (34 anni), con quest'ultimo che arriva da una stagione da sole 10 presenze e un 4.95 ERA.
 
San Francisco Giants (2016: 87-75, -7.54 units, 75-82-5 O/U)
Quota vittoria divisionale a 3.33
Linea vittorie stagionali: O/U 88.0 (Over)
Pro: La rotazione di San Francisco rimane ottima se ti puoi permettere di giocare con Madison Bumgarner e Johnny Cueto come primi 2, ben coperti da Matt Moore e Jeff Samardzija. Anche il ruolo di closer sembra essere stato ben coperto con l'arrivo di Mark Melancon (1.64 ERA nel 2016 in cui ha lanciato per Pittsburgh e Washington). Squadra completa visto che anche la lineup in attacco è bella lunga e di qualità, guidata da Buster Posey e Brandon Crawford.
Contro: Proprio l'attacco, nonostante qualità ed esperienza, arriva però da una stagione da solo .258 di media battuta (solo 130 home runs), ma in generale come abbiamo detto Pittsburgh ci sembra una buona squadra, tra le più complete in NL.
 
San Diego Padres (2016: 68-94, -0.30 units, 80-77-5 O/U)
Quota vittoria divisionale a 101.00
Linea vittorie stagionali: O/U 66.5 (Under)
Pro: Il pitching staff è giovane e poco esperto, per questo potrebbe avere troppo bisogno del Petco Park nel 2017. Luis Perdomo arriva da una stagione deludente con 20 stars per un 5.71 ERA, ma ci aspettiampo un miglioramento.
Contro: Il roster ha carenze ovunque e finora si è pensato più a cedere che a comprare. Quando ti presenti con un "asso" come Christian Friedrich alla guida della rotazione, dopo un 2016 da 5-12, 4.80 ERA, è tutto un dire sulle fatiche che attendono San Diego per il 2017.
 
 
info@betitaliaweb.it