Scommesse Baseball Americano MLB: Pronostici e analisi division, stagione 2015

Justin Verlander, Detroit Tigers MLB

Pubblicato il 07/04/2015 da Redazione

Sempre in attesa di iniziare a fare sul serio con i pronostici quotidiani di Baseball Americano, diamo ancora uno sguardo alle squadre e alle nostre favorite nelle varie division per questa stagione di MLB.


Il nostro JhonsonH ci presenta una analisi squadra per squadre con i pronostici per la vittoria di ogni division per la stagione 2015 di Baseball Americano MLB.
 
AL EAST
 
1°- Toronto Blue Jays (2014: 83-79, 78-79-5 O/U). Per questa stagione metto a sorpresa Toronto come favorita in AL East prendendomi subito un bel rischio. I Blue Jays si sono rinforzati con Russell Martin e Josh Donaldson che vanno ad aumentare il valore di un reparto già buono. La rotazione è giovane, ma piena di talento con Drew Hutchison su tutti, mentre R.A. Dickey e Mark Buehrle sono i veterani. Proprio la poca esperienza però potrebbe essere un limite per Toronto, ma se le attese saranno rispettate allora i Blue Jays possono fare bene.
 
2°- New York Yankees (2014: 84-78, 68-90-4 O/U). Masahiro Tanaka e Michael Pineda sono due giocatori importanti in rotazione, ma il veterano CC Sabathia non convince, come Nathan Eovaldi ed Adam Warren. Il bullpen però è potenzialmente dominante con Dellin Betances come closer, Andrew Miller e David Carpenter. Anche l'attacco di Alex Rodriguez ha potenziale e dopo un anno difficile gli Yankees potrebbero giocarsi il titolo in una delle division più difficili da pronosticare.
 
3°- Boston Red Sox (2014: 71-91, 71-86-5 O/U). Dopo il titolo è arrivato un anno in purgatorio per Boston che torna in questa stagione con altri obiettivi, come quello di centrare la post-season. Qui però i dubbi maggiori riguardano la tenuta fisica di alcuni giocatori chiave come Dustin Pedroia e Hanley Ramirez. Buona la rotazione con Clay Buchholz come stella, ma anche l'arrivo di Rick Porcello.
 
4°- Baltimore Orioles (2014: 96-66, 69-89-4). Le perdite di Nelson Cruz e Nick Markakis potrebbero farsi sentire e anche il bullpen nel complesso sembra inferiore a quello dello scorso anno. Buona rotazione nelle mani di Chris Tillman come lanciatore principale ben supportato da Wei-Yin Chen, Miguel Gonzalez, Bud Norris e Ubaldo Jimenez, ma potrebbe non bastare.
 
5°- Tampa Bay Rays (2014: 77-85, 74-79-9 O/U). Con i problemi di Alex Cobb e Drew Smyly e un Chris Archer che non convince ancora a pieno, Tampa sembra la squadra più indietro nel gruppo. Anche sul bullpen ci sono diversi dubbi e vediamo i Rays come ultimi in division.
 
AL CENTRAL
 
1°- Detroit Tigers (2014: 90-72, 84-72-2 O/U). Perdere Max Scherzer è un duro colpo ma ci sono sempre David Price e Justin Verlander a tirare il carro dove sarà chiamato ad un grande lavoro anche il bullpen, e qui abbiamo l'interrogativo maggiore anche se nel complesso a nostro avviso il titolo divisionale andrà come da pronostico ai favoriti Tigers.
 
2°- Cleveland Indians (85-77, 76-83-3 O/U). Occhi aperti sui giovani Indians che se confermeranno i numeri dello scorso anno, con un Brandon Moss in più, possono essere pericolosi per molti e togliersi diverse soddisfazioni. Rotazione in mano a Corey Kluber e Carlos Carrasco mentre Cody Allen è il closer.
 
3°- Chicago White Sox (73-89, 80-75-7 O/U). Dopo la pessima scorsa stagione i White Sox sulla carta sono una delle squadre che si presenta al via con i maggiori miglioramenti. Anche se con qualche dubbio sulla lineup, Chicago ha sulla carta un importante rotazione che può fare male con Chris Sale, Jeff Samardzija e Jose Quintana.
 
4°- Kansas City Royals (89-73, 73-81-8 O/U). Sono davvero in pochi a credere in un annata come quella scorsa a Kansas City, io compreso. I Royals hanno avuto tante modifiche e cambiamenti che saranno tutti da valutare ma senza dubbio la partenza di James Shields è di spessore in una rotazione che conta su Yordano Ventura e poco altro.
 
5°- Minnesota Twins (70-92, 87-69-6 O/U). Anche quest'anno mi aspetto pochi sorrisi in Minnesota con i Twins che sembrano carenti in vari reparti, a iniziare dalla rotazione con Phil Hughes e Ricky Nolasco. Si giocheranno l'ultimo posto con i Royals in division.
 
AL WEST
 
1°- Los Angeles Angels (98-64, 88-77-5 O/U). Gli Angels quest'anno hanno tutto per fare bene e per vincere la propria division anche se la perdita di Josh Hamilton non deve passare sotto traccia. Ad Anaheim possono comunque contare sempre su giocatori come Albert Pujols e Mike Trout, oltre ad un ottima rotazione con Garrett Richards, Jered Weaver, C.J. Wilson e Matt Shoemaker mentre il bullpen e il closer Huston Street sembrano essere il punto debole ad Anaheim.
 
2°- Seattle Mariners (87-75, 66-88-8 O/U). Attenzione ai Mariners che potrebbero essere la sorpresa della stagione e hanno la qualità necessaria giocarsi il titolo divisionale con gli Angels sulla carta. La rotazione con Felix Hernandez e Hisashi Iwakuma è il piatto forte della casa che ha un buon potenziale anche sul bullpen (anche se il closer Fernando Rodney non convince). Seattle, con Robinson Cano, può fare molto male anche in attacco e può rimanere in corsa con gli Angels.
 
3°- Houston Astros (70-92, 71-87-4 O/U). Si attende una stagione in crescita dopo gli ultimi anni di vuoto a Houston che ha aggiunto al proprio roster un valore come Evan Gattis oltre a puntare su George Springer e Chris Carter. Qualche dubbio ancora sulla rotazione con Dallas Keuchel, Scott Feldman e Josh Fields che dovrebbero essere gli autori principali ma che sembrano inferiori ai gruppi di Angels e Mariners.
 
4°- Oakland Athletics (88-74, 77-76-9 O/U). Al contrario vedo gli Athletics in discesa nonostante una rotazione interessante con Sonny Gray e Scott Kazmir, ma che sembra calare nettamente con gli altri interpreti. Nella media il bullpen e la lineup che non sembrano bastare per spiccare il volo in division quest'anno.
 
5°- Texas Rangers (67-95, 70-81-11 O/U). Anche quest'anno mi aspetto di vedere poche W in Texas, con i Rangers che già lo scorso anno avevano fatto male sotto le 70 vittorie e hanno cambiato poco per pensare di risorgere in questa stagione. In rotazione potrebbe però essere interessante Yovani Gallardo anche se sul resto dei lanciatori rimangono molti dubbi.
 
NL EAST
 
1°- Washington Nationals (2014: 96-66, 77-72-13 O/U). Favoriti per il titolo divisionale, ma anche per le World Series. La squadra della capitale sulla carta è la migliore a partire dalla rotazione stellare con Max Scherzer, Jordan Zimmermann, Stephen Strasburg, Gio Gonzalez e Doug Fister. Anche il bullpen, con Drew Storen come closer, è di ottimo livello anche se la stagione inizierà con qualche problema (Craig Stammen e Matt Thornton). La lineup completa una squadra di ottimo livello che se non avrà da gestire gravi problemi di infortuni (il maggior dubbio a Washington) dovrebbe vincere ancora la NL East.
 
2°- Miami Marlins (2014: 77-85, 83-68-11 O/U). I Marlins si sono spesi moltissimo nel mercato con molti arrivi di grande livello. Confermato Giancarlo Stanton, l'attacco di Miami può contare anche su Mike Morse, Dee Gordon e Martin Prado mentre in rotazione l'arrivo di Mat Latos porta esperienza. Aspettando Jose Fernandez, gli altri protagonisti sono tutti di buon livello con Henderson Alvarez, Tom Koehler, Dan Haren e Jarred Cosart.
 
3°- Atlanta Braves (2014: 79-83, 63-86-13 O/U). I Braves possono fare bene anche quest'anno con l'arrivo di Nick Markakis anche se hanno perso uno dei migliori closer, Craig Kimbrel (Jason Grilli difficimente lo sostituirà alla pari). Anche in rotazione nomi interessanti con Julio Teheran ed Alex Wood, e Shelby Miller, Trevor Cahill ed Eric Stults a completare una buona rotazione.
 
4°- Philadelphia Phillies (2014: 73-89, 83-69-10 O/U). A Philadelphia la situazione non sembra delle migliori nel complesso, anche se ci sono alcune note positive come Cole Hamels e Aaron Harang in una rotazione che però sarà priva di Cliff Lee all'inizio. Ryan Howard, Chase Utley, Dom Brown, Grady Sizemore e Ben Revere sono altri nomi importanti con i Phillies che possono mettere in campo un attacco interessante. Il bullpen vanta poi un buon closer come Jonathan Papelbon.
 
5°- New York Mets (2014: 79-83, 72-72-18 O/U). Il bullpen ha alcune armi interessanti come Jenrry Mejia e Jeurys Familia, ma nel complesso rimane un reparto troppo giovane e con diversi punti di domanda, come quelli sulla rotazione che parte con tantissimi problemi di livello fisico e dovrà appoggiarsi principalmente a Bartolo Colon, Jacob deGrom e Matt Harvey.
 
NL CENTRAL
 
1°- St. Louis Cardinals (2014: 90-72, 73-82-7 O/U). I Cardinals sono favoriti anche quest'anno, ma attenzione perchè questa division potrebbe essere più interessante del previsto, nonostante St.Louis abbia un roster d'esperienza e qualità in praticamente tutti i reparti, a iniziare dalla rotazione con Adam Wainwright, Lance Lynn, John Lackey e Michael Wacha, e ottimi rilievi. Mark Reynolds, Jason Heyward e Yadier Molina sono altri giocatori che possono fare la differenza e favorisco i Cardinals anche quest'anno.
 
2°- Pittsburgh Pirates (2014: 88-74, 74-79-9 O/U). Pittsburgh è sempre da tenere in considerazione col ritorno di AJ Burnett che va a completare una solida rotazione con anche Francisco Liriano, Gerrit Cole e Jeff Locke. Le attese su Andrew McCutchen sono tante e non è da sottovalutare nemmeno il closer Mark Melancon. Se questi giocatori ripagheranno la fiducia di Pittsburgh, i Pirates potrebbero fare bene anche quest'anno.
 
3°- Chicago Cubs (2014: 73-89, 82-72-7 O/U). Con un bullpen e una lineup che promettono bene, ma sono ancora troppo acerbe e con poca esperienza, bisogna fare un atto di fede verso i Cubs che però si sono assicurati l'arrivo di un giocatore come Anthony Rizzo, oltre ad avere un interessante rotazione con Jon Lester, Jake Arrieta, Jason Hammel, Kyle Hendricks e Travis Wood. Come tanti altri sono dalla parte di quelli che credono in una stagione di minimo rilancio per Chicago.
 
4°- Cincinnati Reds (2014: 76-86, 71-85-6 O/U). Non vedo i Reds poi tanto distanti da Pirates e Cubs con cui potrebbero rimanere in scia grazie ad un buon bullpen con Aroldis Chapman come closer, ma anche una buona lineup con Joey Votto e Billy Hamilton. Johnny Cueto è un pitcher di prima categoria che arriva da un ottima stagione, ma sul resto della rotazione mi rimane qualche dubbio.
 
5°- Milwaukee Brewers (2014: 82-80, 75-83-5 O/U). Secondo me i Brewers sono la squadra più attardata in division, nonostante arrivino da una stagione tutto sommato sopra le attese. Il bullpen è giovane e con un Jonathan Broxton che non convince. Questi sono i problemi maggiora a Milwaukee, assieme alle condizioni fisiche di giocatori come Aramis Ramirez e Adam Lind. La rotazione rimane però interessante con Kyle Lohse, Matt Garza e Wily Peralta, ma non abbastanza per tenere a galla da sola l'intera squadra che a mio avviso potrebbe chiudere all'ultimo posto divisionale.
 
NL WEST
 
1°- Los Angeles Dodgers (2014: 94-68, 83-70-9 O/U). I Dodgers anche quest'anno sono i grandi favoriti non solo in division, ma anche per le World Series, visto che si presentano al via con il miglior pitcher della passata stagione, Clayton Kershaw, e anche il resto della rotazione è solidissima con Zack Greinke, Hyun-Jin Ryu e Brandon McCarthy. Anche il bullpen è tra i migliori della lega e gli arrivi di Jimmy Rollins e Howie Kendrick aumentano anche il potenziale d'attacco dei Dodgers che sembrano davvero da titolo quest'anno.
 
2°- San Francisco Giants (2014: 88-74, 76-76-10 O/U). I campioni MLB in carica difficilmente riusciranno a ripetersi ancora, nonostante rimangano sempre una squadra temibilissima che ha confermato l'ottimo bullpen della passata stagione, oltre ad affidarsi a Hunter Pence e Buster Posey in lineup dopo un ottima stagione. La rotazione rimane un altro punto di forza per San Francisco, con l'mvp delle finali Madison Bumgarner, ben supportato da giocatori come Jake Peavy, Matt Cain, Tim Hudson e Tim Lincecum.
 
3°- San Diego Padres (2014, 77-85, 61-95-6 O/U). I Padres sulla carta sono migliori in questa stagione rispetto a quelli visti l'anno passato, ma avranno da gestire qualche problema nelle prime settimane che ci faranno però capire l'effettivo valore della franchigia di San Francisco. L'arrivo del closer Craig Kimbrel è la ciliegina sulla torta di una squadra che in rotazione si è assicurata i lanci dell'ottimo James Shields e che può contare anche su Tyson Ross, Andrew Cashner e Ian Kennedy che non sono male.
 
4°- Colorado Rockies (2014: 66-96, 79-70-13 O/U). I Rockies hanno confermato l'ottima lineup con Troy Tulowitzki, Carlos Gonzalez e Charlie Blackmon su tutti , l'unico reparto che si era salvato nella stagione scorsa. Justin Morneau e Nolan Arenado sono altri due ottimi elementi mentre la rotazione ha talento con Jorge De La Rosa, Kyle Kendrick e Jordan Lyles.
 
5°- Arizona Diamondbacks (2014: 64-98, 74-82-6 O/U). Semplicemente la peggior squadra della lega. Oltre ad essere inconsistenti su bullpen e lineup, in Arizona sono evidenti i problemi anche in rotazione con Josh Collmenter che arriva da una buona stagione, ma che non è sicuramente il top pitcher che serve a guidare i lanciatori dei Diamondbacks che non convincono nemmeno con Rubby De La Rosa, Jeremy Hellickson, Chase Anderson ed Archie Bradley. Per questa stagione vedo i Cbacks ultimi in division e molto probabilmente col peggior record dell' intera lega.
info@betitaliaweb.it