Scommesse NBA: Power Ranking Week 2

Stefano Guerri
03/01/2012

Diamo uno sguardo alla situazione delle squadre NBA dopo la prima settimana di gioco e vediamo come cambiano le quote antepost sul vincitore della stagione NBA. I Miami Heat rimangono i favoriti mentre i Wizards ancora a secco sono ultimi.


POWER RANKING WEEK 2
 
1. Miami Heat (=)
5W-1L. Gli Heat rimangono la squadra migliore e i favoriti @2.50 su Betclic per la vittoria del titolo NBA. I Big Three di Miami sono partiti con 5 vittorie in fila cadendo solo contro Atlanta, in casa e un pò a sorpresa. Lebron James guida i top scorer NBA con 29.3 punti a partita (60% al tiro, 3° della lega).
 
2. Oklahoma City Thunder (+2)
5W-1L. Anche i Thunder perdono la loro prima partita e non sono più imbattuti ma la squadra di Kevin Durant (2° come punti di media a 27.3), dopo la finale di conference della passata stagione, mira in alto. Nonostante rimanga una squadra giovane, l'apporto di James Harden è importante, come la crescita di Serge Ibaka, anche se Russel Westbrook e la sua maturazione saranno l'ago della bilancia per i Thunder che al momento si prendono vincenti @6.00 su Betclic.
 
3. Chicago Bulls (-1)
4W-1L. Perdono una posizione i Bulls che anche come favori dei pronostici salgono @7.00 sopra i Thunder. Archiviata la sconfitta alla 2° giornata, i Bulls hanno messo in fila 3 vittorie. Il giocatore di punta è l'mvp della passata stagione, Derrick Rose (8.6 assist a partita, 5° nella lega) ma Luol Deng rimane a fare un importante lavoro a tutto campo mentre si chiede di più (specie in fase difensiva) a Carlos Boozer.
 
4. San Antonio Spurs (+6)
3W-2L. Gli Spurs hanno rallentato con 2 sconfitte nelle ultime 3 giocate, ma tutti davano poco credito a San Antonio ad inizio stagione. Invece arriva un discreto avvio anche se adesso il problema è l'infortunio di Manu Ginobili (59.2% al tiro, 4° nella lega) che potrebbe rimanere fuori parecchio, facendo crollare le quotazioni e il gioco degli Spurs che al momento pagano @25.00 in caso di vittoria del titolo.
 
5. Los Angeles Lakers (+2)
3W-3L. Guadagnano un paio di posizioni anche i Lakers che al momento sono quotati @9.00 per la vittoria dell'anello. Il ritorno di Andrew Bynum dopo le giornate di squalifica è importante. Il centro di LA potrebbe definitivamente esplodere in questa stagione. I Lakers hanno perso Lamar Odom ma possono contare sempre su Kobe Bryant. Inoltre c'è un nuovo voach, Mike Brown, che dovrà avere tempo per far assimilare il suo gioco ai Lakers che rimangono comunque una squadra di prim'ordine. Pau Gasol potrebbe essere l'arma in più dei giallo-viola.
 
6. Los Angeles Clipper (-1)
2W-2L. I nuovi Clippers di Chris Paul (4° nella lega con 9.8 assist a partita e 3° come palle rubate con 2.50) e Blake Griffin (4° nella lega come punti a partita, 26.0) non hanno giocato molto e devono ancora ambientarsi. Una squadra che partiva con enormi aspettative e per molti la sicurezza che quest'anno sarebbe stata davanti ai cugini Lakers dopo tanto tempo. Ma sarà proprio così? I Clippers che vincono il titolo sono quotati @22.00.
 
7. Denver Nuggets (+2)
4W-2L. La squadra del nostro Danilo Gallinari, ha perso solo 2 partite. Una contro i Lakers (proprio con grave errore del Gallo sul finale) recuperata subito il giorno dopo. I Nuggets sono quotati @40.00 ma stanno rapidamente invertendo i trend di inizio stagione che li davano molto indeboliti per le assenze di JR Smith, Kenyon Martin e Wilson Chandler in Cina. Ty Lawson è tra i migliori nelle palle rubate (2.50 di media a partita) e lo stesso Gallinari ha iniziato bene la stagione. L'italiano ha una media di 32.7 minuti giocati con 15 punti a partita e il 37.5% dal campo. Attenzione a questi Nuggets.
 
8. Atlanta Hawks (+3)
4W-1L. Solo i Rockets in casa sono riusciti a battere questi Hawks che sono tutt'altro che bolliti. Anche la scelta di Tracy McGrady (al posto di Jamal Crawford) si sta rivelando azzeccata. Le prime uscite di TMac ci hanno ricordato il grande campione degli anni passati, che specialmente dalla linea dei 3 punti è determinante (2° della lega con 80%). Joe Johnson, Josh Smith, Al Horford e un ottimo Jeff Teague sono altri giocatori importanti di un roster ben composto. Gli Hawks vincenti sono pagati @50.00.
 
9. Orlando Magics (+4)
4W-2L. La recente sconfitta con Detroit ha raffreddato un pò gli animi dei Magics che al momento sono pagati @25.00 per la vittoria dell'anello. Dwight Howard è rimasto a Orlando e al momento è il miglior rimbalzista (15.3 a partita) ed è in top5 come stoppate (2.7). Con un giocatore del genere Orlando rimane sempre ostica. Se Jameer Nelson continua a giostrare con buoni ritmi e se gli specialisti da 3 punti continuano a tirare così (specialmente Anderson e JJ Reddick) questi Magics possono dire la loro anche quest'anno.
 

Sarà l'anno di Durant e i Thunder?
 
10. Portland Trail Blazers (+8)
3W-1L. La squadra del momento sono i Trail Blazers che finora hanno perso solo 1 partita sulle 4 giocate e hanno messo in mostra un ottimo gioco. L'addio di Brandon Roy non ha distrutto il gruppo di Rip City che riparte dai soliti interpreti con Lamarcus Aldridge sempre più uomo franchigia e Greg Oden sempre più rimpianto e oggetto del mistero. Una rotazione importante e una squadra solida che potrà fare bene. Le quote come vincitori del titolo rimangono alte @30.00.
 
11. New York Knicks (-5)
2W-3L. Perdono 5 posizioni i Knicks su cui c'era grande attesa per quest'anno con l'arrivo di Tyson Chandler a completare il trio con Carmelo Anthony e Amare Stoudmire. Proprio Amare ha saltato le ultime partite, e anche Baron Davis è sempre fermo ai box (come il promettente rookie Iman Schumpert). Ci si affida a un buon Tony Douglas e naturalmente a Melo che con 27.0 punti di media a partita è il 3° della lega. I NYK vincenti sono saliti @22.00 e dopo tanta attesa le prime partite hanno subito messo in evidenza che la squadra di Mike D'Antoni non sembra ancora pronta al grande salto.
 
12. Indiana Pacers (+3)
4W-1L. Salgono i Pacers che quest'anno potrebbero affermarsi grazie all'arrivo di David West e alla conferma del gruppo che già ha fatto bene lo scorso anno con Danny Granger (2.20 palle rubate a partita, 5° in NBA) uomo franchigia a guidare Indiana verso i playoffs. Difficile pensare a titoli, anche se un azzardo del genere pagherebbe @80.00.
 
13. Houston Rockets (+3)
2W-2L. In pochi avrebbero puntato su questi Rockets che invece sono partiti bene. E' Kyle Lowry al momento il miglior assist-man della lega (11.5 a partita) e il quello che ruba più palle (2.50) ma anche l'arrivo di Samuel Dalembert (per Chuck Hayes) potrebbe essere importante. Il lungo ex Kings al momento è 4° nella lega come stoppate (2.5 a partita). 
 
14. Dallas Mavericks (-11)
2W-4L. I campioni in carica partivano come 3° nel ranking NBA. Nessuno si aspettava una stagione come lo scorso anno, con tanti giocatori andati via (su tutti Chandler, Butler e Barea) e qualche innesto che ancora non ha riequilibrato i Mavs (Odom e Carter), squadra abbastanza vecchia che si basa su Dirk Nowitzki. Una riaffermazione di Dallas pagherebbe @17.00, ma pensiamo che questa quota sia inesorabilmente destinata a salire di molto.
 
15. Philadelphia 76ers (-1)
2W-2L. La squadra di Philadelphia si affida al solito Andrè Iguodala anche se Spencer Hawes è partito alla grande e al momento è 3° nella lega come rimbalzi (12.5 a partita). Qualche brutta prestazione e passo falso nelle prime 4 partite, hanno fatto raffreddare gli animi, anche perchè Holiday deve dare di più per rendere questa squadra veramente competitiva.
 
16. Boston Celtics (-8)
3W-3L. I Celtics sono l'altra squadra crollata nel ranking. L'età media avanzata pesa ma il rientro i Paul Pierce ha fatto vedere che è presto per dichiarare finita questa squadra che conta anche su Rajon Rondo, spesso criticato ma partito forte e al momento 2° assist-man della lega con 10.5 di media. Inoltre nello scambio che ha portato a Boston Brandon Bass per Glen Davis pensiamo che c'abbiano guadagnato i Celtics che però vengono sempre quotati @20.00 per la vittoria del titolo.
 
17. Golden State Warriors (+4)
2W-3L. I Warriors sembrano imprescindibili dal loro playmakers Stephen Curry (4° nella lega come palle rubate a 2.25) e Monta Ellis terminale offensivo. Probabilmente è così anche se Golden State può annoverare nel proprio roster un lungo dinamico come David Lee che non è ancora partito al massimo ma che se ripetesse le stagioni passate sarebbe altrettanto importante in una squadra che al momento ha segnato le uniche 2 vittorie in stagione contro grossi team come Knicks e Bulls.
 
18. New Orleans Hornets (-1)
2W-3L. Che la rifondazione del dopo CP3 sarebbe stata dura era chiaro, ma a New Orleans sono arrivati 3 giocatori interessanti a rinforzare il roster e Jarret Jack assicura sempre una buona qualità in regia. Marco Belinelli è stato impiegato di media 34.8 minuti a partita da inizio stagione, con statistiche non ancora sublimi come 8.6 punti, 31.4% dal campo e 26.9% dall'arco.
 
19. Minnesota Timberwolves (+5)
2W-3L. Una delle squadre più interessanti e spettacolari nella fascia bassa. I Twolves quest'anno con Ricky Rubio possono provare a tornare ai playoffs dopo lo scorso anno dove hanno chiuso col peggior record della lega. Kevin Love è un giocatore da Mvp e al momento è 5° nella lega come punti (25.4) e 2° come rimbalzi (12.5). Forse manca un compagno adeguato proprio nel reparto lunghi (Milicic non è il massimo) e se Micheal Beasly giocherà bene Minnesota potrebbe davvero arrivare alla post-season, anche perchè in panchina c'è un ottimo coach come Rick Adelman. Da non dimenticare nemmeno la 3° scelta del draft, il rookie Derrick Williams.
 
20. Memphis Grizzlies (-8)
1W-3L. Troppo brutti per essere veri questi Grizzlies. La squadra rivelazione dello scorso anno ha perso 3 delle prime 4 giocate. Si dice che per assurdo i Grizzlies avessero giocato meglio proprio quando si infortunò Rudy Gay, stella della squadra. Quest'anno Gay c'è ma non è al meglio e anche Zac Randolph sembra tornato il mediocre giocatore di un tempo. Solo Marc Gasol, rifirmato per un mucchio di dollari, sta giocando bene e continuando a crescere. Al momento è 2° nella lega come percentuale di tiri dal campo (60%) e 5° nelle stoppate (2.5). Ma 4 partite su 6 in trasferta nei prossimi giorni non lasciano intravedere nulla di buono per questo inizio di stagione.
 
21. Milwaukee Bucks (-1)
2W-2L. I Bucks non sono partiti male (non quanto ci si aspettava) ma danno l'impressione di non essere ancora una squadra completa. Andrew Bogut e Brandon Jennings assicurano un buon livello ma molto dipenderà dal fumentino Stephen Jackson.
 
22. Sacramento Kings (=)
2W-3L. La maledizione dei lunghi dei Kings continua. Dopo aver rischiato di non poter firmare Chuck Hayes per un problema al cuore (ora gioca ed è 5° in NBA come rimbalzi a 10.6 a partita), il talento irascibile di DeMarcus Cousins ha chiesto di essere ceduto, e questo potrebbe essere il colpo di grazia per la squadra di Tyreke Evans che finora non ha fatto la differenza.
 
23. Cleverand Cavaliers (+4)
2W-2L. I Cavs hanno potuto scegliere dal draft al 1° el 4° turno. Sono arrivati Kyrie Irving e Tristan Thompson a ridare smalto alla Cleverand del dopo LeBron James che lo scorso anno ha arrancato per tutta la stagione. Anche quest'anno non sarà semplice, ma il futuro sembra meno nero adesso.
 
24. Charlotte Bobcats (+4)
1W-3L. Per molti i Bobcats quest'anno possono giocarsi l'ultimo posto per i playoffs ma l'inizio di stagione non è certamente dei migliori. Corey Maggette e Boris Diaw si sono caricati sulle spalle una squadra ancora troppo giovane che conta l'innesto di 2 rookie interessanti come Kemba Walker e Bismark Biyombo anche se D.J. Augustin non ha ancora il rendimento necessario per rendere completa e competitiva Charlotte ai massimi livelli.
 
25. Phoenix Suns (-5)
2W-3L. Crollano anche i Suns nonostante 2 vittorie nelle ultime 3 partite giocate. Gli anni sulle spalle di Steve Nash aumentano, e le novità su cui sperare a Phoenix sono davvero poche. 
 
26. Toronto Raptors (+4)
2W-3L. In salita anche i Raptors che hanno fatto l'impresa vincendo a New York. Il record di 2-3 non rende giustizia a Toronto che sta facendo meglio del previsto grazie al nostro Andrea Bargnani, sempre più uomo simbolo. Il mago è stato utilizzato 38.4 minuti a partita, per 22.6 punti, il 51.9% dal campo e il 33.3% da tre. Assieme a DeMar DeRozan rappresentano una coppia importante, che se rifornita a dovere da Jose Calderon, può fare male.
 
27. New Jersey Nets (+1)
1W-5L. L'anno della rinascita dei Nets non sarà nemmeno questo. Dopo aver sognato per mesi Howard, i Nets sono rimasti a bocca asciutta e non potranno contare nemmeno su un pilastro come Brook Lopez, infortunato e fuori per questo inizio di stagione. Tutto rimane nelle mani di Deron Williams che da solo non può cambiare le cose.
 
28. Utah Jazz (+1)
2W-3L. I Jazz si affidano praticamente al Solo Al Jefferson che in stagione è partito con 16.5 punti e 8 rimbalzi a partita. Devin Harris non ha la costanza necessaria e il centrone turco Enes Kanter, arrivato dal draft, non ha certo entusiasmato.
 

Un uomo solo ai Nets, Deron Williams
 
29. Detroit Pistons (-4)
2W-3L. I Pistons arrivano da 2 vittorie di fila e la prossima settimana potremmo vederli molto più in alto nel ranking. Greg Monroe è ormai titolare inammovibile in crescita, al momento 5° nella lega come percentuale al tiro (58.5%). Il sophomore Jonas Jerebko ha iniziato con 12.6 punti di media questa stagione, e c'è molta attesa anche per il rookie Brandon Knight anche se gli uomini importanti rimangono Rodney Stuckey, Tayshaun Prince e Ben Gordon dopo la partenza di Hamilton.
 
30. Washington Wizards (-4)
0W-5L. I Wizards si avviano ad essere la peggior squadra della lega? Probabilmente sì viste le 5 sconfitte su 5 gare rimediate in questo avvio e l'impossibilità di John Wall di portare avanti da solo la squadra della capitale che si appresta ad un altro anno nero. La nota positiva è sicuramente JaVale McGee che al momento è 4° nella NBA come rimbalzi (11 a partita di media).
 
 
Noi vi diamo appuntamento sul forum per gli aggiornamenti sui pronostici, i commenti e le ultime notizie sul mondo della NBA.
 
 
Scritto da Betitaliaweb
 

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Stefano Guerri
guru@pokeritaliaweb.org