Pronostici Basket NBA: iniziano i playoffs, analisi e scommesse sulle sfide del fine settimana del 13-14 aprile 2019

Analisi e pronostici NBA

Scommesse Basket NBA: quote, statistiche, studi e free pick sulle gare 1 del primo turno di postseason della pallacanestro americana il 13-14 aprile 2019

Stefano Guerri
13/04/2019

Siamo finalmente arrivati ai playoffs di Basket NBA e non possono mancare le nostre analisi di tutte le gare 1 in programma nel fine settimana di pallacanestro americana.


Vi ricordo che ogni giorno analizzeremo tutte le sfide in programma dando una free pick quotidiana per tutti i playoffs, ma per avere i contenuti e tutti Pronostici Vincenti Basket NBA in esclusiva vi invitiamo nel nostro servizio pro. Abbiamo un offerta speciale per la post-season, contattaci su Telegram (@pick4bet), sulla chat live in home page, o attraverso la nostra mail: info@betitaliaweb.it.

Sfide di Eastern Conference

Philadelphia 76ers - Brooklyn Nets

I 76ers hanno chiuso la stagione regolare al 3° posto a Est con record di 51-31 (38-44 ATS) ed O/U 43-39. Philadelphia inizia però la post season con alcuni dubbi fisici sul leader, Joel Embiid (27.5 punti e 13.6 rimbalzi di media), ma anche su Ben Simmons, JJ Redick e Jimmy Butler. In particolare senza Embiid i 76ers hanno tenuto un record di 6-11 (5-12 ATS) con O/U 9-8. Seguiteci sul canale Telegram (Gruppo Sport Americani) per gli aggiornamenti in live e le ultime news su chi recupererà e chi no.

Anche i Nets (42-40, 45-37 ATS, O/U 41-41) hanno qualche giocatore non al meglio (DeMarre Carroll e Joe Harris in forse, Allen Crabbe fuori per tutta la stagione). I Nets hanno chiuso la stagione con 3 vittorie (3-0 ATS) e il giocatore di riferimento è D'Angelo Russell (21.1 punti e 7.0 assist di media), salito fino a 24.2 punti ad aprile, aiutato dalla 2° miglior panchina della NBA come percentuale al tiro. Un dato interessante: Brooklyn è stata l'unica squadra a chiudere la stagione con un record positivo ma un margine punti negativo. I Nets sono stati

Nelle 4 sfide stagionali, perfetto equilibrio (2-2) tra Brooklyn e Philadelphia, ma i Nets sono risultati migliori nelle scommesse (3-1 ATS). I precedenti ci hanno inoltre regalato 3 partite su 4 da Over, con una media totale di 238.2 punti. A Wells Fargo Center doppio Over (media 242.0). Al momento la linea O/U non è ancora disponibile mentre per l'handicap i 76ers sono favoriti a -8 (aprivano a -7.5).

Toronto Raptors - Orlando Magic

I Raptors sono stati la 2° forza a Est con un record di 58-24 (38-44 ATS) ed O/U 44-35-3. Al suo primo anno in Canada, Kawhi Leonard ha subito preso le redini di Toronto con 26.6 punti di media, supportato dagli 8.7 assist di Kyle Lowry. Attenzione alla maledizione di gara 1 ai Playoffs per Toronto che ha un record di 2-13 alla prima uscita di post-season (3-12 ATS). Toronto ha interrotto una serie di 11 opener persi (0-11 ATS) solo lo scorso anno contro i Wizards.

I Magic sono stati una delle squadre più calde nel finale di stagione e il record di 42-40 (45-36-1 ATS) ed O/U 38-44 è valso il 7° posto per il ritorno in post season di Orlando che ha vinto le ultime 4 partite di regular season (4-0 ATS) e che dovrebbe aver scongiurato l'assenza di Nikola Vucevic (20.8 punti e 12.0 rimbalzi di media) dato in campo per gara 1. Orlando è la squadra che segna di meno in postseason (107.3), ma concedono solo 107 punti, sono la 2° miglior squadra della lega come seconde chance concesse e hanno un approccio metodico con il 5° ritmo più basso della NBA in termini di possessi gestiti di media.

Anche qui bilancio in equilibrio nelle 4 sfide stagionali (2-2 ATS), ma anche qua gli sfavoriti Magic sono stati migliori nelle scommesse con 3-1 ATS in queste sfide contro Toronto. A differenza della partita di Philadelphia discussa sopra, qui i precedenti stagionali hanno regalato 3 Under su 4 con una media totale di 207.0 punti, ma oggi la richiesta è sui 215.5 punti. I Magic sono sfavoriti con +8.5 punti di handicap, una linea interessante per appoggiare ancora una volta gli underdogs.

Boston Celtics-Indiana Pacers

Aver incassato il vantaggio del fattore campo nel primo turno, grazie ad un record di 49-33 (39-42-1 ATS, O/U 47-35), è stato importante per i Celtics che hanno vinto 4 delle ultime 5 partite di regular-season, compreso l'importante 117-97 nell'Indiana con 22 punti di Jayson Tatum, anche se il giocatore di riferimento di Boston rimane Kyrie Irving (23.8 punti, 6.9 assist). Boston inizia però la post season con Baynes, Horford e Smart, non al meglio e in particolare Smart dovrebbe essere out, un assenza importante in chiave difensiva.

Anche i Pacers sono alle prese con le condizioni non ideali di Matthews, ma il vero alibi di Indiana è stato l'infortunio di Victor Oladipo, innegabile uomo franchigia dei Pacers quest'anno, nonostante alla fine sia arrivato un record di 48-34 (41-41 ATS) con O/U 36-46. L'assenza di Oladipo ha fatto calare il rendimento di Indiana, ed è una mancanza pesante anche in chiave playoffs.

In regular season, oltre all'ultimo scontro recente, i Celtics avevano battuto i Pacers anche in 2 occasioni al TD Garden, dopo aver perso la prima sfida di novembre. Nelle scommesse però equilibrio con 2-2 ATS (1-1 ATS al TD Garden). Parliamo di due delle migliori difese della NBA, con i Celtics che concedono 108.0 punti di media, e i Pacers 104.7, ma in 3 occasioni su 4 è stato Over nei precedenti stagionali (media punti totali: 221.5). La linea O/U apre a 211.5 punti totali mentre i Celtics sono favoriti a -7.0 punti di handicap.

Milwaukee Bucks-Detroit Pistons

I dominatori della Eastern Conference, spinti dal possibile mvp Giannis Antetokounmpo (27.7 punti, 12.5 rimbalzi e 5.9 assist). I Bucks hanno chiuso la stagione anche col miglior record assoluto della lega (60-22 con 47-31-4 ATS), un attacco da 118.1 punti segnati a sera (O/U 42-40) e il miglior margine medio (+8.9 punti). Le ultime news non sciolgono ancora i dubbi sul rientro di Nikola Mirotic e Tony Snell e non sono al meglio nemmeno Brook Lopez, Malcolm Brogdon e Pau Gasol. Milwaukee ha impressionato con un record di 11-3 (10-4 ATS) contro gli altri top team ad Est affrontati in regular season (Toronto, Philadelphia, Boston e Indiana).

I Pistons sono stati l'ultima squadra ad accedere alla post season, con record di 41-41 (41-38-3 ATS, O/U 39-43), grazie ai successi contro due delle peggiori squadre della lega, Grizzlies e NY, due successi che hanno rimediato ad un finale di stagione in netto calo per Detroit, complice anche l'assenza di Blake Griffin (24.5 punti) che però ha recuperato per la super sfida contro Giannis che Detroit ha abbastanza limitato in stagione (20.8 punti di media del greco in 4 sfide).

Nei e scontri di regular season ha sempre vinto Milwaukee, con anche un 3-0-1 ATS nelle scommesse contro Detroit (2-0 ATS al Fiserv Forum dove i Bucks hanno vinto con un margine medio di +23.0 punti, lasciando Detroit a soli 95.0 punti segnati di media qui). O/U 2-2 in queste sfide in cui abbiamo assistito a 214.2 punti (213.0 a Milwaukee). In questo primo turno i Bucks sono i maggiori favoriti di gara 1 con -13.0 punti di handicap da coprire (aprivano a -11.5) mentre la linea O/U al momento è indisponibile.

Sfide di Western Conference

Golden State Warriors-LA Clippers

I Warriors hanno chiuso la regular-season al comando di Western Conference con record di 57-25 (35-46-1 ATS) e O/U 38-44. La dinastia di Golden State vuole continuare ed è arrivato anche DeMarcus Cousins che però non ha cambiato il rendimento nelle scommesse dei Warriors, uno dei peggiori dell'intera NBA. Nelle ultime 3 stagioni vincenti i Warriors hanno tenuto un negativo 110-132-5 ATS in regular-season, ma in post season le cose cambiano con 37-25 ATS negli ultimi 3 playoffs.

I Clipper sono passati da ultimi a Ovest, con record di 48-34 (45-36-1 ATS) ed O/U 45-36-1. Le trade prima di CP3, poi di Griffin, e poi anche di Harris, sembravano aver smontato la squadra che invece ha centrato i playoffs grazie ad un gioco molto velo e ad un attacco temibile.

Nelle scommesse però, al contrario di Golden State, i Clippers sono stati ottimi, anche in trasferta con 23-17-1 ATS. I Clippers sono però 16-21-1 da underdogs e in questa prima sfida alla Oracle Arena sono nettamente sfavoriti con +12.5 punti di handicap in appoggio. A novembre LAC vinse 121-116 OT la prima sfida stagionale allo Staples Center contro i Warriors, ma Golden State ha vinto le successive 3 sfide (2-2 ATS, e 2-2 anche Over-Under con 233.5 punti totali di media).

Denver Nuggets-San Antonio Spurs

I Nuggets hanno centrato il 2° posto a Ovest con record di 54-28 (42-40 ATS), impensierendo GSW fino all'ultima settimana, e fino alla sconfitta nello scontro diretto. Denver ha diversi punti di forza, a iniziare dal rendimento al Pepsi Center (34-7 con 25-16 ATS) e dalla difesa che qui concede 103.6 punti di media. In particolare i Nuggets hanno la difesa più dominante nei secondi tempi, con soli 26.3 punti concessi di media al 3° quarto, e 24.8 all'ultimo.

Gli Spurs hanno chiuso 7° con un record di 48-34 (43-37-2 ATS) e O/U 43-38-1. San Antonio è arrivata ai playoffs per il 22° anno di fila e la squadra di coach Poppovich non ha problemi d'esperienza, come non ha problemi in casa con record di 32-9 SU (24-17 ATS). Il vero problema è in trasferta dove San Antonio ha chiuso con un record di 16-25 (19-20 ATS).

Nei 4 scontri stagionali proprio il fattore campo ha sempre fatto la differenza, con 2 vittorie a testa sempre per la squadra di casa (2-2 ATS nelle scommesse). La certezza è stato l'Under, sempre uscito in queste 4 sfide con 205.0 punti totali di media. In queste 4 sfide DeMar DeRozan ha segnato 20.0 punti di media col 54.5% dal campo, e sarà il giocatore di riferimento degli Spurs, alla prima post season dopo lo scambio di Kawhi Leonard.

Portland Trail Blazers-Oklahoma City Thunder

Il record di 53-29 (45-36-1 ATS, O/U 43-37-2) ha permesso ai Trail Blazers di chiudere al 3° posto a Ovest, nonostante un finale di stagione senza C.J. McCollum (in rientro) e Jusuf Nurkic (che rivedremo il prossimo anno). Portland ha vinto lo stesso 14 delle ultime 17 partite (8-8-1 ATS) anche se in questo arco di tempo hanno sfidato solo 6 squadre da playoffs, e 3 erano di Eastern Conference (due volte Detroit, Brooklyn e Indiana).

I Thunder hanno chiuso la stagione regolare al 6° posto con record di 49-33 (42-40 ATS, O/U 40-41-1). OKC è una squadra temibile in post season visto che conta due dei migliori giocatori dell'anno: Paul George e Russell Westbrook, anche se PG preoccupa con la sua spalla non al meglio.

Portland avrà anche il fattore campo, ma in stagione i Blazers hanno sempre perso in 4 sfide contro OKC, con anche 0-4 ATS nelle scommesse. O/U 2-2 invece le giocate sui punti totali (media di 234.5).

Houston Rockets-Utah Jazz

4° posto a Ovest per i Rockets con record di 53-29 (40-39-3 ATS ed O/U 39-41-2). Houston è una squadra completa, tra le migliori in attacco grazie ad un fenomeno come James Harden, ma al 10° posto anche difensivamente come punti concessi di media (109.0) e 2° anche come percentuali concesse al tiro da tre agli avversari. Il primo turno contro Utah non sarà però una passeggiata perché sfortunatamente i Rockies hanno un problema nel difendere sul pitturato (51.8 punti concessi di media, 3° peggior dato NBA), e concedono 11.0 rimbalzi offensivi a sera. Utah è la miglior squadra della NBA a rimbalzo e segna 47.7 punti di media nel pitturato (il 43% della produzione offensiva totale di Utah).

I Jazz hanno chiuso la stagione con un record di 50-32 (44-36-2 ATS, O/U 39-42-1). Sappiamo bene che il punto di forza di Utah è sulla difesa, ma ci sono anche interrogativi. La squadra ha cambiato 10 diverse lineup in questa stagione, e inizia la post-season con tanti giocatori non al meglio fisicamente, specialmente nel backcourt con Dante Exum, Ricky Rubio, Kyle Korver, Raul Neto e pure Donovan Mitchell, tutti lontani dal 100%. Avere un backcourt così limitato non aiuta contro James Harden, Chris Paul e Eric Gordon.

Nei 4 scontri di regular-season 2 vittorie a testa. I primi 2 match sono stati vinti dai Jazz, ma a dicembre e febbraio i Rockets si sono rifatti con 2 successi, anche se nelle scommesse rimane leggermente avanti Utah con 2-1-1 ATS in queste 4 sfide, dove abbiamo inoltre assistito a 3 Under con un punteggio totale di 205.0. In queste 4 sfide c'è sempre stata una squadra tra le due che non è arrivata al centello.

Pronostici Playoffs NBA 13-14 Aprile 2019

TOP PICK NBA 13-14 APRILE 2019
Philadelphia 76ers-Brooklyn Nets: NETS +7.5 @1.72 (stake 1) UnderDogKing
Golden State Warriors-LA Clippers: WARRIORS -11.5 @1.81 (stake 1) UnderDogKing
---
Houston Rockets-Utah Jazz: UNDER 215.5 @1.81 (stake 1) Guru

SPECIAL TIPS NBA e IDEE NON A BILANCIO
In Aggiornamento...

Storie correlate

Apri un conto Eurobet! Per te €10 gratis e €200 di bonus sul tuo primo deposito!

Pronostici Basket NBA: Weekend Edition, analisi e free pick sulle partite dal 14 al 16 dicembre 2018

Basket NBA: free pick Orlando Magic-Brooklyn Nets e pronostici sulle partite del 28 marzo 2018

Pronostici Basket NBA: analisi e scommesse su Brooklyn Nets-Charlotte Hornets e partite del 21 marzo 2018

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Notizie correlate
Stefano Guerri
guru@pokeritaliaweb.org