Pronostici Formula 1: analisi e scommesse GP Europa 2016, pole di Rosberg, cassa in quota a 3.25 per noi

Formula 1

Redazione
17/06/2016

Nico Rosberg in pole position a Baku per il Gran Premio d'Europa 2016. Problemi invece per la Mercedes di Lewis Hamilton mentre il giro veloce del tedesco ci permette di andare in cassa (lo avevamo consigliato a 3.25 di quota) ancora una volta. Contando anche la Sbk da Misano siamo 3 su 3 al sabato (+11.00 unità di profitto!!!).


Dopo aver visto la Preview del GP Europa 2016, e il programma completo con guida tv, dichiarazioni dei piloti e quote aggiornate, iniziamo a fare sul serio per questo ottavo appuntamento del mondiale di Formula 1 che per la prima volta nella sua storia fa tappa sul nuovissimo circuito semi-cittadino di Baku per il Gran Premio d'Europa 2016.

La settimana scorsa a Montreal ha vinto ancora Lewis Hamilton, con Nico Rosberg in difficoltà e solo 5° all'arrivo, per un mondiale riaperto nel testa a testa Mercedes (leggi qui le quote antepost aggiornate).
 
In crescita la Ferrari dopo il 2° posto di Sebastian Vettel, che poteva puntare anche alla vittoria se dal muretto non avessero sbagliato la strategia. Bene anche Valtteri Bottas che per il secondo anno di fila ha portato la Williams sul gradino basso del podio in Canada. Riusciranno a ripetersi anche per questa prima volta sul tracciato di Baku?
 
 
Ecco chi sale, chi scende e chi invece teniamo ai box in una fase intermedia per questa gara. Di seguito le analisi delle varie monoposto e dei piloti, in ordine con le nostre preferenze che vedono ovviamente la Mercedes spiccare su tutti ma con Ferrari in crescita. Teniamo ai pit-stop la Williams mentre qui potrebbero faticare Red Bull e Toro Rosso, ma ancora di più McLaren ed Haas.
 
MERCEDES: E' ovviamente la monoposto sempre favorita visto che ha dimostrato di avere ancora margine sulle inseguitrici che comunque crescono, ma non abbastanza, rispetto alle prestazioni su cui possono ancora contare Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Sarà comunque importante l'adattamento immediato dei piloti al layout, e il fatto che i tecnici riescano a carpire con le passeggiate del giovedì, i segreti più importanti del nuovo tracciato, per dare così dei vantaggi significativi ai propri piloti, e in questo aspetto il team tedesco sembra un pizzico avanti a tutti.
 
FERRARI: Kimi Raikkonen, e soprattutto Sebastian Vettel, potrebbero uscirne bene vista la recente crescita come potenza del motore e una buona guidabilità, caratteristiche che potrebbero essere un mix perfetto su questo tracciato, permettendo alla scuderia di Maranello di fare meglio delle Red Bull, per un podio che sembra un obiettivo minimo e alla portata quantomeno di Vettel. Diverso il discorso di una Ferrari davanti alla Mercedes, anche se ci aspettiamo ulteriori avvicinamenti alle freccie argento.
 
WILLIAMS: Sulla carta un circuito cittadino puro dovrebbe far tornare indietro le prestazioni di Felipe Massa e Valtteri Bottas (pensare a Montecarlo rispetto a Montreal), ma da dichiarazioni e comparazioni con altri tracciati già conosciuti, la velocità sembra rimanere predominante rispetto al guidato qui a Baku, nonostante questo sia un tracciato semi-cittadino. Teniamo le Williams ai box al momento, anche se la nostra bilancia pende leggermente verso un giudizio positivo rispetto a possibilità invece meno ottimiste.
 
RED BULL: In generale questa è una macchina in netta crescita nel mondiale, ma qui a Baku, sui lunghi rettilinei veloci, pagherà sicuramente dazio per via del motore non a livello della Mercedes (ma neanche della Ferrari e della Williams), un distacco difficilmente recuperabile nel guidato dove invece la monoposto motorizzata Renault potrebbe fare bene grazie all'ottimo telaio e alla aereodinamica, non abbastanza comunque a compensare il gap derivante dal motore per un weekend probabilmente difficile per Daniel Ricciardo e Max Verstappen.
 
TORO ROSSO e REANULT: Stesso identico discorso della Red Bull sulle carenze del motore va ovviamente fatto anche per Renault, nonostante qualche piccolo passo avanti per le monoposto di Jolyon Palmer e Kevin Magnussen. Anche la Toro Rosso non fa della velocità il suo punto di forza, con l'aggravante di avere un buon telaio e un buon assetto, ma non certamente a livello di quello Red Bull per la parte guidata che dovranno affrontare Carlos Sainz e Daniil Kvyat.
 
MCLAREN e HAAS: Anche la McLaren non è certamente una macchina veloce e qui i rettilinei le saranno fatali con un motore penalizzante, ma anche un consumo elevato e diversi problemi di affidabilità nel caldo di Baku a completare il quadro negativo. Le uniche note positive arrivano da piloti come Fernando Alonso e Jenson Button, sicuramente tra i più esperti del circus, e che potrebbero capire prima e meglio il layout del tracciato di cui inoltre Alonso è ambasciatore, ma il team non sembra allo stesso livello per poter compensare la debolezza del motore e l'affidabilità scarsa. Il discorso di un team ancora giovane e che pecca di esperienza, è stato ammesso anche da Esteban Gutierrez per quanto riguarda la Haas.
 
 
Veniamo ai primi pronostici. Per Baku cercheremo di trovare giocate di valore (come quando abbiamo punito i book con Bottas @3.20 nel testa a testa con Raikkonen a Montreal, prendendo una bella cassa), ma terremo stake più bassi del solito visto che su una pista nuova le incognite sono tantissime, per piloti, per le macchine, per i team e ovviamente anche per gli scommettitori.

Una delle certezze dovrebbe arrivare dal meteo almeno, visto che è atteso bel tempo, sole e caldo, ma anche possibilità di forti venti. Come prima scommessa puntiamo Qualifiche Rosberg a 3.25 su *B365* (stake 2) visto che la Mercedes è favorita e Nico deve riscattare gli ultimi brutti GP in una pista nuova per tutti e dove potrebbe adattarsi bene come caratteristiche.

AGGIORNAMENTO (18 giugno, post-qualifiche): Un altro sabato in profitto visto che vi avevamo consigliato la quota a 3.25 per la pole di Nico Rosberg che puntualmente arriva visto che il tedesco è velocissimo mentre l'altra Mercedes di Lewis Hamilton fatica con troppi errori da parte del pilota campione del mondo che partirà solo 10°. Velocissima anche la Force India di Sergio Perez, 2° come tempo, ma penalizzato di 5 posizioni in griglia, anche se la scuderia motorizzata Mercedes qui può essere la vera sorpresa. Incredibile invece il tempo esattamente uguale tra la Red Bull di Daniel Ricciardo e la Ferrari di Sebastian Vettel. Alla fine per regolamento sarà l'australiano a partire in 2° fila. Ecco come partiranno domani in gara: Rosberg, Perez (Penalizzato 5 pos); Ricciardo, Vettel, Raikkonen, Massa, Kvyat, Bottas, Verstappen, Hamilton, Grosjean, Hulkenberg, sainz, Alonso, Gutierrez e Nasr, Haryanto, Wehrlein, Ericsson, Palmer e Magnussen.

AGGIORNAMENTO (18 giugno, nuove quote): Chiaramente le nuove quote favoriscono Nico Rosberg a 1.61 per la vittoria in gara secondo Eurobet mentre Lewis Hamilton sale a 3.75. In lavagna a 6.50 Sebastian Vettel davanti a Daniel Ricciardo a 7.00 e al sorprendente Sergio Perez comunque lontano a 31.00 di quota, ma comunque davanti a piloti come Kimi Raikkonen a 36.00, Felipe Massa a 51.00, Valtteri Bottas a 66.00 e Max Verstappen a 81.00. Stiamo studiando le quote su scommesse speciali gruppi e testa a testa per investire parte del profitto del sabato. Continuate a seguirci!

AGGIORNAMENTO (18 giugno, pre-gara): Essere usciti con oltre 4 unità di profitto dalla qualifica sabato (che diventano +11.00 con la Sbk) ci permette più ampio raggio di manovra, ma continuiamo a ricordare che in una pista nuove del genere non ci sbilanciamo troppo con le scommesse, tenendoci buona parte del profitto che ci siamo garantiti al sabato. I più spericolati ci possono seguire, come la settimana scorsa a Montreal (quota a 5.50), con la giocata Safety Car NO @6.10 su Eurobet (stake 1), un cippino quotato altissimo visto che in qualifica abbiamo visto sbagliare anche un pilota come Hamilton (due volte nello stesso punto!) e il tracciato è ancora nuovo per tutti, ma i piloti hanno già macinato diversi kilometri tra venerdì e sabato e le scuderie stesse intimidiranno un passo meno spericolato lungo le tante tornate di gara. Potrebbe essere un azzardo, ma ben pagato come abbiamo visto la scorsa settimana in Canada, ed essendo già in profitto certo ci proviamo senza grossi investimenti su testa a testa e gruppi. In ogni caso collegatevi domenica mattina dove potremmo anche cambiare idea piazzando qualche giocatina last-minute di questo tipo. Vada come vada, contando anche gli investimenti in Superbike, usciremmo anche da questo weekend in positivo con un minimo di +8.00 unità che nessuno ci può togliere, con la speranza di poter salire fino ad un massimo di +18.10 unità di profitto netto!

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Redazione
info@betitaliaweb.it