Pronostici Formula 1: preview Hungaroring, GP Ungheria 2016, guida tv e quote. Ferrari cerca riscatto, Hamilton favorito

Sebastian Vettel, Ferrari

Redazione
18/07/2016

Continua il mondiale di Formula 1 con l'11° appuntamento dall'Hungaroring per il Gran Premio d'Ungheria 2016. Ecco la preview con la guida tv e le prime quote che puntano ancora su Lewis Hamilton. In calo le Ferrari ma qui nel 2015 vinse proprio Sebastian Vettel.


Due settimane fa a Silverstone ha vinto ancora l'idolo di casa Lewis Hamilton, che ha completato il suo poker al GP d'Inghilterra, un risultato che gli ha permesso di avvicinarsi ancora di più al compagno di scuderia in Mercedes, Nico Rosberg, scivolato al 3° posto finale per la penalità subita nei giri finali a Silverstone (team radio illecito), dove in 2° posizione abbiamo visto ancora Max Verstappen.
 
Molto male le due Ferrari, che sembrano avere perso terreno dalla Mercedes in termini di prestazioni, e che invece pare siano state raggiunte e forse superate dalle Redbull. In grande spolvero anche le Force India, che su tracciati veloci si trovano davvero a loro agio, mentre, stranamente, le Williams sono mancate all'appello a Silverstone, su un circuito dove gli anni scorsi erano sempre andate piuttosto bene.
 
Noi siamo invece usciti alla grande con un perfetto 3 su 3 nei nostri consigli per le scommesse a Silverstone (+10.22 unità di profitto) e non dimentichiamo che arriviamo anche da un ottimo weekend di MotoGP dal Sachsenring (2 su 2 con +7.55 unità di profitto), numeri che proveremo a portare avanti anche qui all'Hungaroring.
 
Per il GP Ungheria 2016, undicesimo appuntamento del mondiale di Formula 1, è importante partire bene già dalle qualifiche al sabato visto che sul tracciato dell'Hungaroring è difficile sorpassare e il cambio è molto sollecitato, in un tracciato stretto e tortuoso. Questa pista è molto impegnativa per i piloti, a causa delle alte temperature che di solito si registrano, e anche a causa delle numerose brusche accelerazioni da affrontare lungo tutto il giro.
 
Lo scorso anno iniziò velato di tristezza visto che la mattina del 18 Luglio viene comunicata la morte del pilota Jules Bianchi. Venerdì: subito in spolvero le due Mercedes, con Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg, terzo Kimi Raikkonen con la Ferrari. Nelle FP2 è ancora Hamilton a comandare ma dietro ci sono le due Red Bull di Kvyat e Ricciardo. 
 
Qualifiche: come immaginabile, Lewis Hamilton domina Q1, Q2 e Q3 ed agguanta la 47° pole position in carriera davanti a Nico Rosberg e Sebastian Vettel. Completano la Top 10 Ricciardo, Räikkönen, Bottas, Kvyat, Verstappen e Grosjean. 
 
Gara: le due Ferrari scattano rapidamente, tanto che Vettel prende il comando, davanti a Rosberg e Raikkonen. Poco dopo Hamilton, nel tentativo di passare Rosberg, esce di pista, e scende al 10° posto. Negli ultimi giri accade di tutto: il finlandese della Ferrari è costretto al ritiro, da dietro Ricciardo rimonta ed ingaggia battaglia con Rosberg, i due si toccano e sono costretti al box, con il tedesco ad avere la peggio. Dopo 69 giri Sebastian Vettel vince con la Ferrari, è la sua 41° volta, dietro di lui Kvyat e Ricciardo completano il podio.
 
Per l'Ungheria sono stati nominati i pneumatici medium, soft e supersoft. C'è un solo vero rettilineo per cui le gomme sono costantemente sotto stress. È una pista ben bilanciata, con trazione, frenata ed energia laterale egualmente richieste. Le temperature elevate, salvo violenti temporali come nel 2011, rendono determinante il degrado termico. L’accento è sul grip meccanico dato che le basse velocità comportano poco carico.
 
A tal proposito ecco le parole di Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli: "L'Ungheria presenta un tipo di sfida molto diversa rispetto all’Inghilterra, ma alcuni dei team hanno usato il recente test britannico per provare alcune soluzioni che potrebbero rivelarsi importanti. La pista è stata completamente riasfaltata e in Austria questo fattore ha avuto un'influenza notevole".
 
 
Caratteristiche Tracciato Silverstone, GP Ungheria 2016
Nome: Hungaroring.
Luogo: Mogyoród, Ungheria.
Distanza a giro: 4,381km.
Numero di curve: 14, otto a destra, sei a sinistra.
Senso di marcia: orario.
 
Albo d'oro ultimi GP Ungheria
2005 K Räikkönen – McLaren Mercedes
2006 J Button – Honda
2007 L Hamilton – McLaren Mercedes
2008 H Kovalainen – McLaren Mercedes
2009 L Hamilton – McLaren Mercedes
2010 M Webber – Red Bull Renault
2011 J Button – McLaren Mercedes
2012 L Hamilton – McLaren Mercedes
2013 L Hamilton – Mercedes
2014 D Ricciardo – Red Bull Renault
2015 S Vettel – Ferrari
 
Record GP Ungheria
Giro prova: 1:19.146 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Giro gara: 1:19.071 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Distanza: 1h35:26.131 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Vittorie pilota: 4 – M Schumacher, L Hamilton
Vittorie team: 11 – McLaren
Pole pilota: 7 – M Schumacher
Pole team: 8 – McLaren
Migliori giri pilota: 4 – M Schumacher
Migliori giri team: 9 – Williams
Podi pilota: 7 – A Senna, M Schumacher
Podi team: 22 – McLaren
 
Programma e guida TV GP Ungheria 2016
 
Venerdì 22 Luglio
Libere 1: 10:00-11:30 (Sky Sport F1 HD – RaiSport)
Libere 2: 14:00-15:30 (Sky Sport F1 HD – RaiSport 2)
 
Sabato 23 Luglio
Libere 3: 11:00-12:00 (Sky Sport F1 HD – RaiSport)
Qualifiche: 14:00 (Sky Sport F1 HD – Rai 2)
 
Domenica 24 Luglio
Gara: 14:00 (Sky Sport F1 HD – Rai 1)
 
Dalle prime analisi sulle monoposto rispetto alle caratteristiche di questo tracciato, le Mercedes sembrano nettamente superiori anche qui e più che sui sorpassi sarà sfida Hamilton-Rosberg in qualifica e anche come strategia in gara, due elementi determinanti in piste in cui i sorprassi sono difficili e rari. La Ferrari è chiamata a rifarsi e, nonostante non è mai facile prevedere le prestazioni del Cavallino, ci aspettiamo un nuovo passo in avanti, almeno rispetto a Force India e Williams che qui potrebbero tornare a faticare. Sulla carta vediamo però messa molto bene anche la Red Bull che potrebbe stare davanti con entrambi i suoi piloti anche a Vettel e Raikkonen. Tra i team di rincalzo attenzione ad una McLaren in leggera crescita che inoltre potrebbe adattarsi bene a questa tipologia di tracciato, se l'affidabilità non farà scherzi
 
Le prime quote per la vittoria in gara, proposte da Eurobet, sono tanto per cambiare dalla parte del pilota e della macchina del momento, Lewis Hamilton a 2.00 che stacca il compagno Nico Rosberg a 3.25. Quasi in doppia cifra Sebastian Vettel a 9.00 che però rimane davanti a Max Verstappen a 11.00 e a Daniel Ricciardo a 13.00 mentre troviamo più lontano in lavagna Kimi Raikkonen a 26.00. Con Nico Hulkenberg e Sergio Perez si sale a 81.00 mentre il momento difficile delle Williams è rispecchiato dalle quote di Valtteri Bottas a 151.00 raggiunto dalle McLaren di Fernando Alonso e Jenson Button che si mettono davanti anche a Felipe Massa a 201.00.
 
Continuate a seguirci nella sezione Formula 1 con gli aggiornamenti in avvicinamento a questo weekend di gara che come sempre seguiremo passo passo con le nostre scommesse.

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Redazione
info@betitaliaweb.it