Pronostici Formula 1: analisi e consigli per le scommesse sul GP del Messico 2017. Hamilton ad un passo dal titolo

Analisi e pronostici Formula 1

Quote e Pronostici Formula 1: analisi e consigli per le scommesse sul GP del Messico 2017. Hamilton ad un passo dal titolo, Sergio Perez corre il Gran Premio di casa

Mattia Pagani
26/10/2017

La Formula 1 si sposta a Citta del Messico, per il Gran Premio del Messico 2017 dove Lewis Hamilton potrebbe laurearsi campione del mondo dopo che ad Austin ha vinto e portato un ennesimo titolo costruttori in casa Mercedes. GP speciale per il messicano della Force India, Sergio Perez.


Tutto pronto per il 18° appuntamento del mondiale di Formula 1, il Gran Premio del Messico 2017. Lewis Hamilton ha 66 lunghezze di vantaggio sul rivale Sebastian Vettel, finito sul podio assieme al compagno in Ferrari, Kimi Raikkonen, dopo la penalità inflitta a Max Verstappen ad Austin lo scorso fine settimana.

CLICCA QUI: PREVIEW COMPLETA (Guida tv, Caratteristiche del tracciato, Previsioni meteo, Quote)

Vediamo il power ranking per Austin, con le ultime news e le analisi di tutti i piloti e le scuderie. A seguire i nostri pronostici per un appuntamento che seguiremo in live anche sul nostro Canale TELEGRAM dove troverete in esclusiva ulteriori pick e consigli per le scommesse sulla Formula 1 (seguici qui: https://t.me/betitaliaweb)

#1.MERCEDES. Qui ha vinto solo la Mercedes in 2 edizioni, lo scorso anno con Lewis Hamilton che fece sua la pole position anche al sabato e alla domenica in gara rifilò più di 8 secondi di margine al compagno Nico Rosberg, per la doppietta tedesca. In questo momento nulla sembra fermare le Frecce d'Argento (che hanno già vinto il titolo costruttori negli Stati Uniti) e il pilota britannico, vero e proprio mattatore e imperatore di Austin, dove invece Valtteri Bottas ha deluso ancora col 5° posto. Una seconda parte di stagione davvero in calo per il finlandese che nella prima parte sembrava adirittura potersi giocare qualche chance per il titolo. Lo scorso anno con Williams Bottas chiuse in 8° posizione in Messico.

#2.FERRARI. Il doppio podio di Austin non basta a togliere l'amaro in bocca alla Ferrari che sta vedendo scivolare via il mondiale. Sebastian Vettel ha chiuso al 2° posto, davanti a Kimi Raikkonen 3°. Lo scorso anno in Messico la scuderia del Cavallino faticò con Vettel 5° e Raikkonen 6°.

#3.RED BULL. Delusione per Max Verstappen che ad Austin si era conquistato un altro podio, bruciando all'arrivo Raikkonen, anche se la decisione della direzione gara lo ha fatto retrocedere al 4° posto. Curiosamente la stessa identica cosa è successa lo scorso anno, con l'olandese sul podio ma retrocesso per una penalità. In quell'occasione fu il compagno Daniel Ricciardo ad esultare al 3° posto. L'australiano ha battuto a ripetizione Verstappen nella prima parte di stagione e nelle tante gare sfortunate con ritiri e guasti di Max, ma ultimamente è stato spesso messo dietro da Max, come ad Austin dove alla fine Ricciardo non è arrivato nemmeno al traguardo (è stato uno dei 4 ritirati).

#4.FORCE INDIA. Anche ad Austin la scuderia anglo indiana ha portato entrambi i piloti in top-10, confermandosi la quarta forza del mondiale. Ancora una volta Esteban Ocon ha chiuso davanti al compagno Sergio Perez (6° posto contro 8°), ma questa è la gara di casa del messicano che non ci sta a finire ancora dietro ad Ocon. Perez vuole migliorare anche il 10° posto dello scorso anno sotto il proprio pubblico, quando fu battuto dall'allora compagno Nico Hulkenber (7°) mentre Ocon con Marussia chiuse al 21° posto (ultimo dei piloti al traguardo).

#5.RENAULT. Ad Austin la prima volta di Carlos Sainz sulla Renault ha subito portato lo spagnolo a guadagnare punti, battendo anche il compagno con il 7° posto finale. Nico Hulkenberg ha invece subito il 3° ritiro consecutivo e questo non è un buon periodo per il tedesco che lo scorso anno chiuse al 7° posto, ma su Force India, mentre Sainz chiuse solo 16° con Toro Rosso. La scuderia francese si è quindi rinnovata completamente nelle guide rispetto al deludente 2016 messicano con Magnussen 17° e Palmer 14°.

#6.WILLIAMS. La seconda guida della Williams è una delle più ambite con Massa, Di Resta e anche Kubica in corsa, ma ultimamente si è aggiunto pure Kvyat alla lista di papabili al fianco dell'intoccabile Lance Stroll che questa settimana è all'esordio sull'autodromo messicano, per un weekend speciale visto che compirà anche gli anni. Il giovane canadese arriva dal 11° posto ad Austin dove è stato battuto da Felipe Massa 9°, un risultato comunque positiva con la scuderia britannica in ripresa dopo un paio di mesi davvero neri. Due monoposto a punti la Williams le portò lo scorso anno in Messico, con Massa 9° dietro a Bottas 8°.

#7.HAAS. Il GP degli Stati Uniti, quello di casa per la Haas, è stato deludente con Romain Grosjean 14° e Kevin Magnussen 16°. Anche lo scorso anno in Messico arrivarono poche soddisfazioni per la scuderia americana, con Grosjean 20°, subito dietro a Gutierrez 19°, il compagno di allora, mentre Magnussen faticò a sua volta col 17° posto su Renault.

#8.MCLAREN. I GP favorevoli alla motorizzata Honda sono andati, e sono stati chiusi male visto che ad Austin non è arrivato nemmeno un punto, con Stoffel Vandoorne 12° e Fernando Alonso vittima dell'ennesimo ritiro stagionale. Ora si arriva in Messico dove lo scorso anno la McLaren raccolse un altro zero con Alonso 13°, dietro all'allora compagno Jenson Button 12°.

#9.TORO ROSSO. Il ritorno di Daniil Kvyat ha portato un punticino ad una Toro Rosso in difficoltà. Il russo è stato trombato anche dalla scuderia faentina, ma si vuole mettere in mostra per andare in Williams, e ad Austin lo ha fatto benissimo, chiudendo davanti all'esordiente Brendon Hartley in 13° posizione al traguardo. Kvyat chiuse solo al 18° posto lo scorso anno, in un GP del Messico davvero pessimo per Toro Rosso (Sainz chiuse 16°), ma il russo sarà di nuovo a piedi questo fine settimana visto che al fianco di Hartley si rivedrà il giovane francese Gasly.

#10.SAUBER. Lo scorso anno in Messico un sorprendente Marcus Ericsson sfiorò lo top-10 (11° posto mentre il compagno Felipe Nasr chiuse 15°) in una delle migliori prestazioni della scuderia elvetica, ma questo non basta per farla uscire dal fondo del power ranking per questo 2017 da incubo. Negli Stati Uniti Ericsson ha chiuso in 15° posizione la settimana scorsa, mentre Pascal Wehrlein è stato uno dei 4 ritirati.

ANALISI SCOMMESSE
Apriamo il GP del Messico con 4 pronostici, tutte sulla gara. Qui troverete la free pick principale, ovvero Testa a Testa Gara Perez su Ocon @1.83 mentre tutte le altre scommesse e gli aggiornamenti saranno sul canale Telegram. Non utilizziamo spesso il fattore ambientale nella F1, ma questa volta giochiamo sul pilota di casa che nell'ultima gara ha tornato a chiudere dietro al compagno, Ocon, e sappiamo bene quanto tra i due sia alta la rivalità. Ci aspettiamo Perez ampiamente in top-10 e di nuovo davanti ad Ocon.

PRONOSTICI GP STATI UNITI 2017
Testa a Testa Gara Perez su Ocon @1.83 Snai (stake 5) pick Guru

Altre pick disponibili su Telegram dove troverete anche ulteriori pronostici in aggiornamento nel fine settimana per la gara (testa a testa e gruppi).

Storie correlate

Scommesse Formula 1: Hamilton vince nella sua Silverstone. In 3 mesi raddoppiato il capitale con le nostre pick sui motori

Scommesse Superbike: il Round I ci regala il vero anti Rea. La quota iridata di Bautista scende da 5 a 1.85

Scommesse Formula 1: i test di Barcellona promuovono la Ferrari. Vettel si avvicina ad Hamilton nelle quote antepost

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Notizie correlate