Scommesse e Quote Formula 1 stagione 2018: Lewis Hamilton e Mercedes sempre favoriti per il titolo

Formula 1

Quote e Scommesse Formula 1 stagione 2018: Lewis Hamilton e Mercedes sempre favoriti per il titolo, offerte dal bookmaker Betflag.it

Pubblicato il 19/12/2017 da Tiberio "Boss" Redaelli

Il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, è ottimista per la stagione 2018 di Formula 1, dopo il secondo posto conquistato lo scorso anno sia nel mondiale piloti con Sebastian Vettel, sia nel mondiale costruttori. Ma per i bookmaker è sempre Lewis Hamilton e la Mercedes l'accoppiata da battere anche il prossimo anno.

Per le scommesse motori, oggi andiamo ad analizzare le quote offerte dal bookmaker Betflag per il titolo piloti in Formula 1 per la stagione 2018. Il grande favorito per la conquista del titolo anche nella nuova stagione è il campione in carica, Lewis Hamilton su Mercedes, il suo bis viene offerto a quota 2.20.

Un gradino più in basso troviamo Sebastian Vettel su Ferrari, bancato a quota 3.50, che precede la rivelazione della scorsa stagione, il pilota olandese Max Verstappen su Red Bull a 5,00 che precede il compagno di squadra Daniel Ricciardo pagato vincente 8 volte la posta giocata.

La nuova McLaren sarà competitiva nella nuova stagione? secondo le quote offerte dal bookmaker sembra proprio di si, infatti il quinto pilota in lavagna è Fernando Alonso giocato a quota 10, Valtteri Bottas su Mercedes a quota 12, chiude la lavagna il finlandese della Ferrari, Kimi Raikkonen, bancato a quota 25 volte la posta gioca.

Storie correlate

Bonus del 50% fino a €200 sulla tua prima scommessa se sarà perdente!

Scommesse Formula 1: Hamilton vince anche il GP Spagna e torna a scavalcare Vettel nelle quote antepost

Scommesse Formula 1: i test confermano una super Mercedes. Hamilton allunga su Vettel e Verstappen nelle quote antepost

Scommesse Formula 1: Lewis Hamilton fatica in Messico ma vince il suo 4° mondiale. Successo in pista per Verstappen

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal D.Lgs. 196/03
Notizie correlate