Gran Premio d'Australia 2019, 1° appuntamento mondiale da Melbourne. I pronostici sulla Formula 1 del 17/03/2019

Analisi e pronostici Formula 1

Pronostici Formula 1: analisi, quote, statistiche, programma tv e free pick su Melbourne, GP Australia 2019 dal 14 al 17 marzo 2019. Vettel favorito su Hamilton

Mattia Pagani
13/03/2019

Dopo la Superbike e la MotoGP (che abbiamo iniziato con 2 cassone su 2 nei pronostici sui motori), inizia anche la stagione 2019 di Formula 1 a completare il programma motori del 2019. Vediamo analisi, quote, statistiche, programma tv e consigli per le scommesse sul Gran Premio d'Australia 2019.


In attesa della decisione di MotoGP su Dovizioso (che avevamo consigliato vincente @3.50 di quota, stake 4), la stagione dei Pronostici Vincenti Motori è iniziata molto bene anche con la cassa in SBK su Bautista @3. Mancava solo la Formula 1 che accende i motori nel fine settimana a Melbourne per il consueto GP Australia 2019, consueto primo appuntamento stagionale.

Analisi GP Australia 2019

Finalmente ci siamo, la stagione 2019 di Formula 1 accende i motori, e come al solito lo fa da Melbourne, ma iniziamo con una novità. La Federazione ha approvato il punto addizionale che sarà assegnato già a partire dal Gran Premio in programma domenica per chi farà il giro veloce (la regola varrà solamente per i piloti che riusciranno a terminare la gara all’interno della top ten).

I test di Barcellona ci hanno regalato una Ferrari SF90 molto competitiva che ha mostrato un buon passo e un bilanciamento ottimale e parte con i favori delle quote, anche se di poco rispetto ai consueti rivali tedeschi della Mercedes. Sebastian Vettel deve riscattare un 2018 in cui è stato accusato di troppi errori. Per Vettel è una stagione importante e al suo fianco non avrà più il navigato (e forse con poche motivazioni) avrà un giovane rampante come Charles Leclerc che al suo primo anno ha già fatto vedere grandi cose. Il monegasco sulla monoposto di Maranello potrebbe crescere ulteriormente e diventare un futuro campione.

La Mercedes sembra essersi nascosta nei test ma nessuno si fida, ed è chiaro che siano sempre le Frecce d'Argento le monoposto da battere. I tedeschi hanno dominato la nuova generazione della Formula 1 e non possono essere messi da parte, con un pilota come Lewis Hamilton già nell'olimpo di questo sport, e un buon gregario come Valtteri Bottas che fa sempre bene il suo gioco di squadra.

La Red Bull potrebbe fare da terzo incomodo e dire la sua nei tracciati dove serve un alto carico aereodinamico in cui il team austriaco lavora sempre benissimo, ma come al solito potrebbe pagare in circuiti dove serve potenza, e potrebbe pagare più del previsto anche in termini di affidabilità visto che la nuova power unit Honda è tutta un incognita e arriva da anni disastrosi con McLaren (anche se non penso fosse tutta colpa del motore dei giapponesi, col team di Woking che ha avuto la sua importante parte di colpa). I piloti ci sono, visto che Max Verstappen è ormai al terzo anno nel Circus e ha dimostrato un talento unico, ma anche il giovane Pierre Gasly, promosso da Toro Rosso, ha fatto vedere buone cose nei test.

Interessante pure la sfida a centro classifica che sulla carta vede la Renault favorita come 4° forza del mondiale, grazie ad un ottimo duo di piloti (Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo) e allo sviluppo di una monoposto che ha fatto qualche passo in avanti nel 2018, e altrettanti se ne attendono nel 2019, al contrario della Racing Point (ex Force India) da cui si attendono invece passi indietro, con la monoposto affidata al confermato Sergio Perez e a Lance Stroll.

La Renault potrebbe doversela giocare con la Haas che monta motore Ferrari e che arriva da stagioni in crescita, ma sempre vissuti con alti e bassi, confermati anche nei test invernali del 2019 che hanno evidenziato qualche problema tecnico di troppo che preoccupa la scuderia americana. I piloti sono ancora una volta Romain Grosjean e Kevin Magnussen.

Non dimentichiamoci nemmeno della Alfa Romeo C38 che sembra nata su una buona stella, che riporta un pilota italiano in F1 (Antonio Giovinazzi), che potrà contare sull'esperienza di Kimi Raikkonen e che potrà battagliare andando forse anche meglio di Toro Rosso (torna Daniil Kvyat ad affiancare l'interessante rookie Alexander Albon) e Mc Laren che ha salutato Alonso e Vandorne e si presenta con un duo di piloti tutto nuovo: Carlos Sainz che rappresenta l'affidabilità e l'esperienza, e Lando Norris che invece è un rookie ma che ha fatto vedere di saper essere veloce, oltre alla nuova power unit Renault dopo il divorzio nel matrimonio mai sbocciato con Honda.

Che dire infine della Williams? Davvero poco, con la scuderia britannica avrebbe messo a posto i problemi finanziari, ma tecnicamente rimane anni luce indietro tanto che sembra correre in un altra categoria, nettamente inferiore, un peccato visto il ritorno in F1 di Robert Kubica al fianco del rookie George Russell.

Tracciato e Condizioni Meteo

Albert Park è un circuito stradale (permanente quindi potrebbe essere particolarmente sporco e scivoloso a inizio weekend), abbastanza scorrevole e con alcune curve piuttosto veloci: caratteristiche diverse rispetto ai tracciati stop-and-go come Monaco e Singapore.

Questa è una delle gare più imprevedibili dell’anno, anche dal punto di vista del meteo. Le previsioni finora indicano nuvoloso ma asciutto. A Melbourne la trazione è un aspetto fondamentale per ottenere un giro veloce. Per quanto riguarda gli pneumatici, Pirelli ha nominato C2, C3 e C4, rispettivamente hard, medium e soft secondo i nuovi regolamenti più semplici che vedono solo tre colori – bianco, giallo e rosso – uguali per tutti i gran premi.

Gare Precedenti a Melbourne

A Melbourne, l’ingresso della safety car è sempre molto probabile e influenza la strategia di gara. Per questo motivo, su questo tracciato non è così fondamentale partire dalla pole position come lo è invece in altre gare. Negli ultimi cinque anni, infatti, chi ha ottenuto la pole position ha vinto una sola volta. Una statistica interessante è però quella che vede 9 volte su 10 il titolo alla squadra che ha fatto la pole (e non la vittoria) a Melbourne.

Sebastian Vettel ha vinto nel 2018 con un solo pit stop, la stessa strategia scelta dalla maggior parte dei piloti. Quest’anno sarà importante valutare i livelli di usura e degrado sin dalle prove libere, anche se resta comunque probabile una tattica a una sosta. Vettel ha vinto 3 volte in Australia e quest’anno ha la possibilità di eguagliare il plurivincitore di questo tracciato, Michael Schumacher. Lewis Hamilton domina invece nelle pole, ben 7 a Melbourne contro le 6 di Senna (fermo a 3 pole Vettel).

Programma Tv GP Australia 2019

Venerdì 15 marzo:
Prove libere 1: 02.00-03:30 - diretta su Sky SportF1 HD
Prove libere 2: 06.00-07:30 - diretta su Sky SportF1 HD
Sabato 16 marzo:
Prove libere 3: 04:00-05:00 - diretta su Sky SportF1 HD
Qualifiche: 07:00-08:00 - diretta su Sky SportF1 HD
14:00 - Differita su TV8
Domenica 17 marzo:
Gran Premio: ore 06:10 - diretta su Sky SportF1 HD
ore 14:00 - Differita su TV8

Betting Trends e Risultati Scommesse 2019

2019:
Formula 1: 0-0
MotoGP: 1-0 (+10.00 unità)
Superbike: 1-0 (+6.00 unità)
-----------------------------------
2018:
Formula 1: 35-54 (-0.19 unità)
MotoGP: 17-23 (+37.15 unità)
Superbike: 7-24 (-13.66 unità)
-----------------------------------
2017:
Formula 1: -17,38 unità
MotoGP: -7.70 unità
Superbike: +30,84 unità
-----------------------------------
2016:
Formula 1: +80.78 unità
MotoGP: +27.39 unità
Superbike: +20.50 unità

Pole: --

Gara: --

Safety: --

Over/Under Piloti (15.5): --

Testa a Testa (Q-G) ---- ritiri

Pronostici Formula 1, GP Australia 2019

Inizieremo la stagione di Formula 1 con i cosiddetti piedi di piombo nei pronostici visto che al momento abbiamo le idee un pò confuse anche noi, ed è inutile lanciarsi in giocate senza aver visto le vere forze in campo visto che riteniamo possibile che molte scuderie siano imboscate (Mercedes?), sopravalutate (Ferrari?) o effettivamente da vedere alla prova della gara (Redbull?). Rispetto allo scorso anno non abbiamo ancora individuato un pilota su cui puntare fisso in testa a testa contro il compagno (lo scorso anno era stato Ocon che ci aveva fatto chiudere in profitto in quello che avevamo soprannominato il "Sistema Ocon" nei TaT di Gara con Perez). Gli spunti comunque non mancano, per esempio in Toro Rosso con l'interessante rookie Albon che potrebbe fare meglio di Kvyat, il russo che ha più esperienza ma che è ormai alla 3° chance in F1 dopo la "retrocessione" dalla Red Bull e pure quella da Toro Rosso prima del rientro in questa stagione, sempre con la scuderia di Faenza. Le quote TaT su Albon sono molto alte, lo seguiremo soltanto in Australia.

Si potrebbe azzardare un "Sistema Leclerc" contro Vettel? Potrebbe sembrare una provocazione, ma c'è grande attesa per Charles in rosso, e il giovane rampante potrebbe anche mettere più pressione del previsto al campione del mondo tedesco che è chiaramente la prima guida in Ferrari, ma se le cose continuassero a non andare bene per Sebastian, con Leclerc invece subito a suo agio, siamo sicuri che le forze in pista non cambierebbero? Forse stiamo mettendo il carro davanti ai buoi e dando troppa fiducia a Leclerc, ma lo scorso anno col monegasco abbiamo fatto belle casse nei gruppi e nei testa a testa, ed è un pilota che amiamo. Teniamo in stand by queste due possibilità di bet sistematiche vedendo i primi verdetti australiani, ma al momento teniamo in stand by anche le normali giocate su Albert Park. Continuate comunque a seguirci per aggiornamenti ed eventuali pick durante tutto il fine settimana di F1.

AGGIORNAMENTO 14/03/2019
Tra i gruppi qualifica consigliamo un cippino su GRUPPO 3 QUALIFICA Kimi Raikkonen @3.50 (stake 1) col finlandese meglio piazzato al sabato rispetto alle Renault di Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg e alla Haas di Romain Grosjean. L'Alfa Romeo C38 ha fatto vedere ottime cose nei test, proseguendo sulla strada dei progressi del 2018. Kimi ha una grande esperienza e sul giro secco non mi meraviglierei di vederlo come migliore di un gruppo molto compatto ed equilibrato stando alle quote. Queste le parole di Kimi, che sono estremamente positive visto il carattere dell'ex ferrarista: "C’è sempre un po’ di incertezza poco prima dell’esordio stagionale, i potrebbe definire addirittura un mistero. Tutto è possibile: tutti nel centro gruppo sembriamo essere molto vicini e non possiamo prevedere dove saremo al momento. Abbiamo tanto lavoro davanti a noi, però lo scorso anno il team ha mostrato di saper sviluppare molto bene la macchina e sono fiducioso, penso che avremo un inizio positivo". Anche Giovinazzi ha fatto bene nei test e si è detto carico per la gara di Albert Park, un circuito che sulla carta potrebbe esaltare le caratteristiche dell'Alfa Romeo.

Alla fine ci siamo convinti a dare fiducia a Sebastian Vettel GARA @2.75 su Snai (stake 1), anche se consigliamo un investimento basso, nonostante col bonus casko di Snai avremo un mezzo rimborso in caso di secondo posto del tedesco. La Ferrari nei test è sembrata la macchina più performante del Circus e già lo scorso anno Vettel qui aveva iniziato la stagione con una vittoria.

PRONOSTICI GP AUSTRALIA 2019
Kimi Raikkonen Gruppo 3 Q @3.50 Snai (stake 1)
Sebastian Vettel Gara @2.75 Snai (stake 1)
In Aggiornamento...

Seguici anche su Telegram al canale Bar Sport Web dove potrai fare il tifo, confrontarti con i nostri tipsters e con centinaia di altri appassionati di scommesse sportive.

Storie correlate

Scommesse Formula 1: Bottas sorprende tutti e stra vince il GP d'Australia. Male le Ferrari

Pronostici SBK: inizia la stagione dei motori col Round 1 della Superbike, il GP Australia 2019 da Phillip Island

Gran Premio d'Australia 2018: 17° appuntamento del motomondiale da Phillip Island. I pronostici MotoGP del 28/10/2018

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Notizie correlate