Scommesse Calcio: il ritorno dei campionati dopo il Coronavirus Stadi vuoti, il fattore campo in Germania non esiste più. Calano anche gli Over

Analisi e pronostici Calcio Germania

Pronostici Calcio: statistiche del ritorno della Bundesliga dopo lo stop per il Covid-19. Gli stadi vuoti sembrano annullare il fattore campo

Stefano Scorrano
09/06/2020

Con la Serie A che sta tornando (dopo la Coppa Italia) così come Liga e Premier League, iniziamo a prepararci per un estate di calcio e scommesse caldissime, anche se la ripresa della Bundesliga ci ha già dato segnali statistici chiari ed evidenti. Andiamo a vedere come sta cambiando il calcio dopo il Covid-19.


Vediamo analisi e pronostici vincenti calcio analizzando le statistiche di Bundesliga per capire come saranno le riprese dei campionati a porte chiuse.

In Bundesliga annullato il fattore campo. Calano anche gli Over

Distanza tra i giocatori in panchina, mascherine e palloni sanificati e tutti i divieti del rigido protocollo sanitario potrebbero influenzare anche i comportamenti in campo, e dopo le prime 5 giornate dalla ripresa della Bundesliga abbiamo qualche dato su cui poterci basare per vedere eventuali cambi di statistiche e quindi anche di strategie nel betting.

Salta subito all'occhio il dato sul fattore campo. Gli stadi vuoti con l'assenza di pubblico sembrano essere il fattore più importante, più della pausa stessa e del calendario fittissimo di eventi e partite quasi ogni giorno. Delle 46 gare giocate fin qui (compreso il recupero tra Werder Brema ed Eintracht Francoforte) in Germania dalla ripresa, si sono registrate 22 vittorie in trasferta, a discapito di 14 pareggi e solo 10 successi casalinghi. Nelle 222 gare giocate in Bundesliga prima dello stop forzato di marzo, 80 sono terminate con il successo esterno (36,03%) mentre 95 hanno visto vincere la squadra di casa (42,79%). La percentuale di successi tra le mura amiche è, dunque, calata vertiginosamente dal 42% al 22% e la percentuale di vittorie in trasferta è aumentata dal 36% a 47%.

A confermare come l'assenza di tifosi renda le partite quasi su campo neutro è anche uno studio di The Conversation, che, prendendo in esame i 191 incontri disputati senza pubblico nella storia del calcio europeo dal Secondo Dopoguerra a oggi (la maggior parte dei quali dopo il 2002 e divisi fra Serie A e Ligue 1) ha notato un arresto improvviso delle vittorie e dei gol casalinghi. Grafici e dati alla mano, in tempi “normali” le formazioni di casa vincono il 46% delle gare giocate con gli spalti gremiti, contro il 26% di successi delle squadre in trasferta. Quando, però, le Questure vietano l’accesso agli stadi, le vittorie casalinghe precipitano al 36%, mentre quelle degli ospiti salgono al 34%. Un report dell’Università di Reading spiega che l’inedita tendenza è riconducibile a due fattori: il diverso trattamento riservato dagli arbitri alle formazioni in trasferta, che ricevono in media 0,5 cartellini gialli in meno e il minor numero tempo “sprecato” per sospensioni per infortunio concesse durante le partite.

The Athletic, testata americana, si concentra proprio sul tempo di gioco. Nel corso delle 46 gare disputate a porte chiuse si è registrato un guadagno medio di due minuti rispetto al 2019 (da 55'6'' a 57'7''). Si è perso meno tempo per falli, proteste ed infortuni anche perché le cinque sostituzioni assicurano un minor rischio fisico delle rose. Dal punto di vista delle prestazioni dei singoli giocatori, invece, la Bundesliga non si è discostata molto dal dato pre-Covid, visto che le squadre hanno corso in media 116 chilometri, rilevazione in linea con i precedenti 25 turni.

Bisogna quindi spendere due parole anche sull’estensione da 3 a 5 dei cambi spendibili durante la partita. Guardando ai dati della Bundes sono in media 4,3 le sostituzioni per squadra. Nelle prime 5 giornate dalla ripresa il 56% dei club ha fatto ricorso all’en plein (52 volte su 92).

Le statistiche del primo weekend di calcio hanno evidenziato anche una certa riluttanza dei giocatori nei confronti del contrasto e del contatto fisico. Si è passati da una media di 33,3 a partita a 30,5. Anche i dribbling sono diminuiti: da 38,5 a 29 in 90 minuti. Un gap che è stato compensato con il passare delle giornate del campionato tedesco.

Infine le reti e le statistiche su Over/Under e Gol/Gol che interessano molto gli scommettitori. In Europa prima dello stop la Bundesliga era uno dei campionati più ad alto punteggio e da Over 2.5. Il complessivo stagionale ci parla ancora del 64.81% degli incontri chiusi con almeno 3 gol totali, un dato altissimo, ma anche calato ad un più modesto 53.3% di Over nelle ultime 5 giornate dalla ripresa. Stesso discorso per i GOL SI che rimangono al 58.15% nel complesso stagionale, ma sono calati a loro volta al 53.3% nelle ultime 5 giornate.

Storie correlate

Scommesse sportive: il mondo del Calcio in ripartenza. Tutte le date sui campionati al via, dalla Bundesliga alla Veikkausliiga

Pronostici Bundesliga: Francoforte-Colonia, Friburgo-Bayern Monaco e Wolfsburg-Schalke del 18 dicembre 2019

Pronostico Union Berlino-Francoforte, anticipo della 6a giornata di Bundesliga del 27 settembre 2019

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Notizie correlate
Stefano Scorrano
profeta@pokeritaliaweb.org