Pronostici Serie A: le probabili formazioni, la Multipla e le 50 statistiche per scommettere sulla 25a giornata di campionato

Analisi e pronostici Serie A

Quote e Pronostici Serie A: le probabili formazioni, la Multipla e le 50 statistiche per scommettere sulla 25a giornata di campionato. Le pick sul calcio italiano

16/02/2018

Torna, puntuale come ogni venerdì, la rubrica con le ultime dai campi, le probabili formazioni, le statistiche più interessanti e la nostra scommessa in multipla sulla 25° giornata di Serie A.


Vediamo le ultime dai campi con le probabili formazioni della 25° giornata di Serie A, le 50 statistiche per i Pronostici Vincenti Calcio e la nostra multipla speciale a quota alta sul campionato di calcio italiano. Seguici anche su TELEGRAM per non perdere nemmeno una pick dei nostri tipsters. Seguici al link https://t.me/barsportweb o cerca @barsportweb sull'applicazione di messageria istantanea.

UDINESE-ROMA (Sabato ore 15)
Oddo perde per almeno un mese Lasagna. Giocano De Paul e Maxi Lopez davanti. Torna Adnan a sinistra. Nella Roma 4-2-3-1 con i rientri di Pellegrini e Nainggolan. El Shaarawy in vantaggio su Perotti.

Udinese: (3-5-1-1): Bizzarri; Danilo, Nuytinck, Samir; Widmer, Barak, Behrami, Jankto, Adnan; de Paul; Maxi Lopez. Allenatore: Oddo Indisponibili: Lasagna Squalificati:
Roma (4-2-3-1): Alisson; Kolarov, Manolas, Fazio, Florenzi; Strootman, Pellegrini; Under, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. Allenatore: Di Francesco Indisponibili: J. Silva, Karsdorp, Gonalons Squalificati:

1.La striscia corrente di nove vittorie di fila della Roma contro l’Udinese è un record nella storia dei giallorossi di successi consecutivi contro un’avversaria in Serie A. La Roma ha ottenuto il successo nelle ultime quattro partite fuori casa contro l’Udinese in campionato, tre delle quali per 1-0.
2.L’Udinese, dopo aver vinto cinque incontri di fila in Serie A, ha ottenuto solamente un successo nelle ultime sei partite (3N, 2P). La squadra di Massimo Oddo è però rimasta imbattuta negli ultimi quattro incontri di campionato alla Dacia Arena: due vittorie sono state seguite da due pareggi.
3.La Roma ha ottenuto il successo nelle ultime due partite in campionato, tante quante ne aveva vinte nelle precedenti 10 (5N, 3P). I giallorossi hanno perso solamente uno degli ultimi 18 incontri in trasferta in A (13V, 4N), contro la Juventus il 23 dicembre.
4.Sfida tra le due squadre che hanno mandato a segno il maggior numero di giocatori diversi nel campionato in corso: Udinese (14) e Roma (13).
5.Maxi López ha realizzato quattro gol alla Roma in campionato, solo al Cesena ha segnato maggiormente (sei); l’attaccante argentino ha però una striscia aperta di 14 partite senza gol – suo record negativo in Serie A. L’Udinese è la vittima preferita di Stephan El Shaarawy in Serie A (cinque gol), inclusa la sua ultima doppietta in campionato, arrivata nella gara d’andata. Edin Dzeko ha partecipato attivamente a cinque gol in altrettante presenze contro l’Udinese in campionato: tre reti e due assist.

CHIEVO-CAGLIARI (Sabato ore 18)
Maran dovrá valutare sino all'ultimo Inglese, che ha lamentato ancora fastidio al ginocchio. Se recupera gioca davanti con Giaccherini e Birsa in appoggio. Rientra dal 1' Castro. Nel Cagliari Romagna, Cigarini e Faragó out. Davanti sia Farias che Pavoletti.

Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Bani, Jaroszynski; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Giaccherini; Inglese. Allenatore: Maran Indisponibili: Squalificati:
Cagliari (3-4-1-2): Cragno; Andreolli, Ceppitelli, Castan; Pisacane, Barella, Ionita, Padoin; Joao Pedro; Farias, Pavoletti. Allenatore: Lopez Indisponibili: Faragò, Cigarini, Romagna Squalificati:

6.Il Chievo ha vinto cinque delle ultime sei sfide di Serie A contro il Cagliari (1P). I gialloblu, inoltre, hanno mantenuto la porta inviolata in 11 delle ultime 13 partite di campionato contro i sardi – nelle restanti due però i rossoblu hanno realizzato esattamente quattro reti ad incontro. I veneti sono imbattuti contro i sardi al Bentegodi nella massima serie: negli 11 precedenti cinque vittorie e sei pareggi.
7.Partendo dal 1° dicembre 2017 il Chievo è la squadra che ha raccolto meno punti nei cinque maggiori campionati europei (due), dovuti appunto a due pareggi e otto sconfitte. Il Chievo ha perso le ultime due gare casalinghe in campionato senza segnare alcun gol, i gialloblu non arrivano a tre sconfitte di fila allo stadio Bentegodi in A da maggio 2014.
8.Dall’altra parte invece il Cagliari è imbattuto da tre partite in campionato (1V, 2N), non arriva a quattro gare senza sconfitta in Serie A da gennaio 2014.
9.La squadra veneta non aveva mai subito così tante reti come quelle attuali (41) dopo 24 giornate in Serie A.
10.L’unica doppietta in Serie A di João Pedro è arrivata nella scorsa stagione ad aprile contro il Chievo; anche un assist per il brasiliano in quell’incontro. Sergio Pellissier, marcatore più anziano in questa stagione nei cinque maggiori campionati europei, ha segnato tre gol contro il Cagliari in Serie A – l’ultimo risale però a febbraio 2006.

GENOA-INTER (Sabato ore 20.45)
Ballardini intenzionato a schierare Lapadula titolare, visto che Taarabt é ancora ko e Galabinov si é fermato in settimana per un problema muscolare. Nell'Inter Perisic e Icardi sempre piú in dubbio: nessuno dei due si é ancora allenato con la squadra questa settimana. Miranda ko, gioca Lisandro Lopez. Karamoh dal 1'.

Genoa (3-5-2): Perin; Zukanovic, Spolli, Biraschi; Pereira, Rigoni, Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Lapadula, Pandev. Allenatore: Ballardini. Indisponibili: Galabinov. Taarabt, Rosi, Rossi, Izzo, Veloso Squalificati:
Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Lopez, Skriniar, Cancelo; Borja Valero, Vecino; Karamoh, Rafinha, Candreva; Icardi. Allenatore: Spalletti Indisponibili: Icardi, Perisic, Miranda Squalificati:

11.L’Inter, dopo essere rimasta imbattuta per 14 incontri di A consecutivi contro il Genoa (9V, 5N), ha perso in quattro degli otto più recenti (4V). Nelle ultime nove partite di campionato infatti i nerazzurri hanno alternato un successo con una sconfitta contro i grifoni: nell’ultimo incontro 1-0 per la squadra milanese. Il Genoa ha vinto tutte le ultime quattro partite giocate contro l’Inter in Serie A al Ferraris, tre delle quali per 1-0: è la miglior striscia per i rossoblu nel massimo campionato contro i nerazzurri.
12.In questo campionato il Genoa ha conquistato otto punti in partite casalinghe, più solo di Verona e Benevento (entrambe a sette), nonostante i rossoblu abbiano vinto due dei tre più recenti incontri tra le mura amiche (1P).
13.Dall’altra parte l’Inter ha pareggiato tre delle ultime quattro gare fuori casa in A (1P) – i nerazzurri non arrivano a cinque match fuori casa senza vittoria in campionato da dicembre 2016.
14.Dall’arrivo di Davide Ballardini sulla panchina del Genoa, i grifoni hanno ottenuto 21 punti in classifica: nel parziale hanno fatto meglio solo Juventus e Napoli (entrambe 31). Quattro delle ultime cinque reti del Genoa in campionato sono arrivate dal minuto 80 in poi: queste reti hanno portato otto punti ai rossoblu.
15.Diego Laxalt ha deciso le ultime due gare dei rossoblu in campionato, in in entrambi gli incontri con una rete al 90’ – l’esterno uruguaiano, pur essendo passato tra le fila nerazzurre, non ha disputato alcun minuto con l’Inter in A. Mauro Icardi, ad un solo gol da quota 100 in Serie A, ha segnato tre reti contro il Genoa in campionato, anche se è rimasto a secco nelle ultime quattro sfide contro il Grifone. Goran Pandev, ex di questa sfida, ha realizzato tre gol contro l’Inter in Serie A, uno di questi con la maglia del Genoa, nell’ultima sfida allo stadio Ferraris.

TORINO-JUVENTUS (Domenica ore 12.30)
Mazzarri conferma il suo 4-3-3 con Niang nel tridente. Nella Juventus Dybal e Howedes in gruppo. L'argentino potrebbe giocare uno spezzone di gara. Marchisio titolare, Bernardeschi in vantaggio su Douglas Costa.

Torino (4-3-3): Sirigu, De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Obi, Rincon, Baselli; Iago Falque, Belotti, Niang. Allenatore: Mazzarri Indisponibili: Lyanco Squalificati:
Juventus (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Asamoah; Khedira, Pjanic, Marchisio; Bernardeschi, Higuain, Mandzukic. Allenatore: Allegri Indisponibili: Lichtsteiner, Matuidi, Cuadrado Squalificati:

16.Il Torino ha vinto solo uno degli ultimi 23 derby di Serie A (nell’aprile 2015): nel parziale 17 successi bianconeri e cinque pareggi. Il Torino ha segnato in tutti gli ultimi tre derby casalinghi in Serie A, dopo cinque sfide interne con i bianconeri in cui non aveva realizzato nemmeno un gol: nel parziale un successo granata e sette vittorie per la Vecchia Signora.
17.Dall’arrivo di Mazzarri, il Torino ha ottenuto tre successi in cinque partite di campionato (2N), tanti quanti ne aveva registrati nei precedenti 16 incontri. Se tenessero la porta inviolata, i granata eguaglierebbero il loro record di partite interne di Serie A di fila senza gol subiti (cinque), registrato l’ultima volta nel gennaio 1995.
18.La Juventus trova il gol da 26 trasferte consecutive di Serie A – è la striscia aperta più lunga tra le squadre attualmente presenti nella competizione.
19.La Juventus concede in media 2.3 tiri nello specchio a partita – nessuna squadra ne subisce meno nei maggiori cinque campionati europei.
20.In gol nell’ultimo match di campionato contro l’Udinese, Andrea Belotti ha realizzato due gol contro la Juventus in Serie A – entrambe le reti sono arrivate all’Olimpico Grande Torino. Gonzalo Higuaín ha preso parte ad almeno una rete in tutte le ultime quattro sfide contro il Torino in Serie A: nel parziale per l’argentino quattro gol e un assist. Tra gol e assist Miralem Pjanic ha partecipato a 10 reti in 11 partite di Serie A contro il Torino: quattro marcature e sei passaggi vincenti.

BENEVENTO-CROTONE (Domenica ore 15)
Sagna si candida per una maglia da titolare a destra. Confermati Djuricic, Guilherme, Brignola e D'Alessandro. Nel Crotone ko Stoian: Budimir in vantaggio su Nalini per completare il tridente con Trotta e Ricci.

Benevento (3-5-1-1): Puggioni; Sagna, Costa, Djimsiti; Letizia, Sandro, Viola, Guilherme, D’alessandro; Djuricic; Brignola. Allenatore: De Zerbi Indisponibili: Cataldi, Antei Squalificati: Lucioni
Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Benali, Mandragora; Ricci, Trotta, Budimir. Allenatore: Zenga Indisponibili: Tumminello, Sampirisi, Stoian Squalificati:

21.L’unico precedente tra queste due squadre tra Serie A e B è stato giocato nel girone d’andata di questo campionato: 2-0 casalingo per il Crotone.
22.Il Benevento ha guadagnato sette punti in questo campionato - nell’era dei tre punti a vittoria solo una squadra aveva raccolto così pochi punti dopo 24 giornate: Ancona nel 2003/04. Il Benevento inoltre ha subito 56 reti in questo campionato, era dalla stagione 1955/56 che una squadra non ne concedeva così tante dopo 24 partite di Serie A (Pro Patria, 70). Dopo due vittorie di fila (contro Chievo e Sampdoria) il Benevento non ha raccolto alcun punto nelle quattro partite di campionato più recenti, rimanendo a secco di gol in tre di queste ultime.
23.Dall’altra parte invece il Crotone è imbattuto da quattro giornate in Serie A, con una vittoria seguita da tre pareggi: questa striscia di tre pareggi consecutivi è un record per i calabresi nella massima serie. I calabresi infatti hanno raccolto quattro punti nelle ultime due gare di campionato in trasferta, tanti quanti ne avevano guadagnati nelle precedenti 11 partite esterne.
24.Il Benevento è la formazione che ha segnato maggiormente negli ultimi 15 minuti in termini percentuali: 33% (cinque su 15), dall’altra parte invece il Crotone è quella che ha realizzato meno gol in questo parziale di gioco (uno).
25.Enrico Brignola è il giocatore più giovane in questo campionato ad aver sia segnato che fornito almeno un assist – l’attaccante italiano ha partecipato attivamente a tutte le ultime tre reti del Benevento in A – due reti ed un passaggio vincente. Contro il Benevento nella partita d’andata, Rolando Mandragora ha segnato la prima delle sue due reti in Serie A – la seconda marcatura è arrivata nell’ultima giornata vs Atalanta.

BOLOGNA-SASSUOLO (Domenica ore 15)
Donadoni, senza Palacio, Masina, Mbaye, Verdi, si affida a Krafth, Tosorodis, Orsolini e Verdi. Ballottaggio Donsah-Di Francesco a seconda del modulo. Nel Sassuolo recupera Politano. Stesso 4-3-3 che ha pareggiato col Cagliari.

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, De Maio, Gonzalez, Torosidis; Poli, Dzemaili, Pulgar; Di Francesco, Destro, Orsolini. Allenatore: Donadoni Indisponibili: Da Costa, Verdi Squalificati: Palacio, Masina, Mbaye
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Duncan, Missiroli, Magnanelli; Politano, Babacar, Berardi. Allenatore: Iachini Indisponibili: Letschert Squalificati:

26.Il Bologna è rimasto imbattuto nelle ultime quattro partite di Serie A contro il Sassuolo (3V, 1N), mantenendo la porta inviolata in tre occasioni nel parziale. I neroverdi sono però imbattuti al Dall’Ara contro il Bologna nella massima serie, con una vittoria e due pareggi.
27.Il Bologna ha perso sette delle ultime nove partite in campionato, nessuna squadra di Serie A ha subito più sconfitte in questo parziale.
28.Il Sassuolo non vince da sei partite in campionato (3N, 3P); i neroverdi non arrivano a sette incontri di fila senza successi in A da febbraio 2016. Il Sassuolo è rimasto a secco di gol in quattro delle ultime cinque gare in campionato, incluse tutte le ultime tre; solo in altre due occasioni gli emiliani non hanno realizzato alcuna rete per quattro match di fila in A (nel gennaio 2014 e a settembre dello stesso anno).
29.Il Bologna ha perso 10 punti da situazione di vantaggio in gare casalinghe, solo il Genoa ha fatto peggio nel campionato in corso (11). Sfida tra le due squadre che subiscono più reti nei 15 minuti che precedono l’intervallo in questo campionato (11 ciascuna).
30.Tra le squadre di Serie A che Roberto Donadoni ha affrontato da allenatore almeno cinque volte, il Sassuolo è quella che in percentuale ha battuto più volte: nel 63% delle occasioni (cinque su otto). Blerim Dzemaili ha segnato tre gol in sei incontri di Serie A contro il Sassuolo; solo al Torino ha trovato la rete in più occasioni (cinque). Le tre reti di Alessandro Matri in questo campionato sono tutte arrivate fuori casa – l’attaccante italiano, inoltre, ha segnato due gol al Bologna in Serie A, entrambi sono arrivati allo stadio Dall’Ara.

NAPOLI-SPAL (Domenica ore 15)
Sarri, dopo il turnover in Europa League, schiera il Napoli migliore. Zielinski inizia in panchina. Nella SPAL 3-5-1-1 con Kurtic in appoggio ad Antenucci.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri Indisponibili: Milik, Chiriches, Ghoulam Squalificati:
SPAL (3-5-2): Meret; Vicari, Salamon, Felipe; Lazzari, Grassi, Viviani, Everton Luiz, Costa; Kurtic; Antenucci. Allenatore: Semplici Indisponibili: Borriello, Schiavon, Cionek Squalificati: Mattiello

31.Il Napoli ha vinto tutte le ultime otto partite di Serie A contro la SPAL: esclusa questa stagione, le precedenti sette si erano giocate dal il 1963 e il 1968. Il Napoli ha vinto nove partite casalinghe di Serie A contro la SPAL: due pareggi e tre successi dei ferraresi completano il bilancio.
32.Con una vittoria il Napoli stabilirebbe il proprio record di successi consecutivi in un singolo campionato di Serie A: nove. Il Napoli è attualmente a quota 63 punti – nell’era dei tre punti a vittoria solo l’Inter nel 2006/07 (66) ha fatto meglio dopo 24 partite di Serie A.
33.Nelle 10 partite di campionato disputate da inizio dicembre, la SPAL ha ottenuto sette punti – solamente il Chievo (due) ne ha raccolti meno nel parziale. La SPAL è la squadra che ha subito più gol nel quarto d’ora iniziale di partita in questa Serie A (otto) – appena sopra in questa classifica il Napoli, a quota sette.
34.Il Napoli è la squadra che ha guadagnato più punti da situazioni di svantaggio (21) e allo stesso tempo l’unica a non averne perso alcuno una volta sopra nel punteggio.
35.Dries Mertens non ha mai perso una partita di campionato in cui ha segnato (39V, 6N) – in questo secolo è il giocatore che ha trovato il gol in più partite di Serie A (45) senza perdere nessuna di queste. Lorenzo Insigne non trova il gol da sei partite di Serie A – non arriva ad almeno sette di fila senza reti nella competizione da novembre 2016. Sergio Floccari ha realizzato sei gol contro il Napoli in Serie A: a nessuna squadra ha segnato di più.

ATALANTA-FIORENTINA (Domenica ore 18)
Gasperini pensa di tenere a riposo ancora Gomez e Caldara, per risparmiarli dopo l'Europa League. Favoriti Palomino e De Roon, con Cristante avanzato. Petagna davanti. Nella Fiorentina Milenkovic dall'inizio, Thereau in vantaggio su Gil Dias.

Atalanta (3-5-2): Berisha; Masiello, Palomino, Toloi; Hateboer, Freuler, Cristante, De Roon, Spinazzola; Ilicic, Petagna. Allenatore: Gasperini Indisponibili: Caldara, Rizzo Squalificati:
Fiorentina (4-3-3): Sportiello; Milenkovic, Pezzella, Astori, Biraghi; Badelj, Benassi, Veretout; Chiesa, Simeone, Thereau. Allenatore: Pioli Indisponibili: Laurini Squalificati:

36.Dopo otto successi consecutivi, la Fiorentina ha pareggiato le ultime tre partite di campionato giocate contro l’Atalanta. I bergamaschi non hanno trovato il gol in quattro degli ultimi cinque incontri casalinghi di campionato contro la Fiorentina (1N, 4P).
37.L’Atalanta è imbattuta da tre partite in campionato (2V, 1N) ed ha mantenuto la porta inviolata due volte nel parziale.
38.Dall’altra parte invece la Fiorentina è uscita sconfitta in tre degli ultimi quattro incontri in campionato (1V), tante volte quante nei precedenti 15. La formazione toscana ha tuttavia vinto l’ultimo match in trasferta in A (vs Bologna) – i viola non arrivano a due successi di fila fuori casa in campionato da febbraio 2017.
39.Solo la Sampdoria (17) ha perso più punti da situazione di vantaggio rispetto all’Atalanta (13) nel campionato in corso.
40.Josip Ilicic, ex della partita, ha collezionato 105 presenze e 29 gol con la maglia della Fiorentina in A; per lui due reti da avversario ai Viola in campionato, anche se l’ultima nel novembre 2011. Cyril Théréau - 249 partite in carriera in Serie A - ha partecipato a nove reti contro i bergamaschi nella massima serie (cinque gol, quattro assist), almeno tre in più che contro ogni altra squadra.

MILAN-SAMPDORIA (Domenica ore 20.45)
Gattuso conferma il tridente Suso-Cutrone-Calhanoglu. Locatelli sostituisce lo squalificato Kessié. Samp al completo e con l'11 migliore. Murru ancora preferito a Strinic.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Ricardo Rodriguez; Bonaventura, Biglia, Locatelli; Suso, Cutrone, Calhanoglu. Allenatore: Gattuso Indisponibili: Kalinic, Storari, Conti Squalificati: Kessiè
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Torreira, Barreto, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Zapata. Allenatore: Giampaolo Indisponibili: Praet Squalificati: Belec

41.Dopo essere rimasto imbattuto in otto sfide di Serie A contro la Sampdoria (5V, 3N), il Milan ha perso le ultime due gare contro i blucerchiati, senza riuscire a segnare. Nelle ultime sei sfide tra queste due squadre in casa del Milan in Serie A, non si è mai ripetuto lo stesso risultato per due gare di fila: successo per i liguri nella più recente.
42.Il Milan è imbattuto da sei incontri in campionato (4V, 2N), i rossoneri non arrivano ad almeno sette gare di fila senza sconfitte in A da febbraio 2016. Il Milan ha anche mantenuto la porta inviolata nell’ultima partita contro la SPAL; i rossoneri non inanellano due match consecutivi senza subire gol in A da gennaio 2017.
43.La Sampdoria ha raccolto 41 punti in questo campionato, nell’era dei tre punti a vittoria la squadra blucerchiata non ha mai fatto meglio dopo 24 partite di Serie A. La Sampdoria va a segno da otto partite di campionato di fila: nessun club vanta una striscia corrente più lunga in Serie A.
44.Milan (47%) e Sampdoria (44%) sono due delle tre squadre che, in percentuale, subiscono più reti negli ultimi 30 minuti di gioco in questo campionato, dietro alla sola Roma (53%). Sfida tra la squadra che ha perso il maggior numero di punti da situazione di vantaggio in questa Serie A (Sampdoria con 17) e la seconda che ne ha persi meno (il Milan a quattro è dietro al solo Napoli, zero).
45.Patrick Cutrone (cinque) è il secondo giocatore più giovane ad aver segnato almeno cinque reti nei cinque maggiori campionati europei 2017/18, dietro a Kylian Mbappé (nove gol). Tra le squadre affrontate almeno otto volte in Serie A, il Milan è quella contro cui Fabio Quagliarella ha segnato di meno: una rete in 21 sfide.

LAZIO-HELLAS VERONA (Lunedì ore 20.45)
Inzaghi sceglie la Lazio migliore, accentrando Lulic e inserendo Lukaku a sinistra al posto dello squalificato Leiva. Nel Verona ko Ferrari, gioca Heurtaux. Davanti Kean-Petkovic-Matos.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Caceres, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Milinkovic-Savic, Lulic, Lukaku; Luis Alberto, Immobile. Allenatore: Inzaghi Indisponibili: Di Gennaro Squalificati: Lucas Leiva
Verona (4-3-3) : Nicolas; Heurtaux, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Buchel, Valoti; Kean, Matos, Petkovic. Allenatore: Pecchia Indisponibili: Ferrari, Zaccagni, Cerci, Bianchetti Squalificati:

46.La Lazio ha vinto tutte le ultime quattro sfide di Serie A contro il Verona, segnando in media tre gol per incontro. In Serie A la Lazio non perde in casa contro il Verona da dicembre 1984: da allora per i biancocelesti otto vittorie e due pareggi.
47.La Lazio ha perso le ultime tre partite di Serie A (tante quante nelle precedenti 21 gare) – non arriva a quattro sconfitte di fila nel massimo campionato da maggio 2009.
48.Il Verona ha perso sei delle sette partite più recenti di campionato (1V) e non ha trovato il gol in quattro delle ultime cinque.
49.Il Verona ha recuperato un solo punto da situazioni di svantaggio in questa Serie A – nessuna squadra ha fatto peggio.
50.Dopo il poker alla SPAL, Ciro Immobile non ha trovato il gol per tre partite di fila in A – non arriva a quattro sfide di campionato senza segnare da dicembre 2016. Il primo gol di Adam Marusic in Serie A è stato nella partita di andata del 24 settembre. La Lazio è una delle due squadre a cui Rômulo ha segnato più di una sola rete nel massimo campionato italiano, nei primi due incroci in maglia gialloblu.

MULTIPLA SERIE A @4.35 (stake 4, puntando €20 se ne vincono €87,00)
Chievo-Cagliari: 1X
Bologna-Sassuolo: UNDER 2,5
Napoli-Spal: OVER 0.5 PRIMO TEMPO
Milan-Sampdoria: OVER 0.5 SECONDO TEMPO
Lazio-Verona: 1

Scommetti con PlanetWin365 uno dei migliori bookmakers come quote maggiorate e bonus per chi gioca in multipla. Con BetItaliaWeb hai anche €15 in regalo e in esclusiva, clicca qui per tutti i dettagli.

Storie correlate

Sistema calcio Champions League: oggi andiamo a caccia di 172.06€ con il sistema multiplo del 28-29 agosto 2018

Sistema calcio Ligue 2: oggi andiamo a caccia di 1026,22€ con il sistema multiplo di venerdì 17 agosto 2018

Sistema calcio Europa League: oggi andiamo a caccia di 448.74€ con il sistema multiplo di giovedì 16 agosto 2018

Scrivi una recensione

Acconsento al trattamento dei dati personali come previsto dal regolamento n. 2016/679 (GDPR)
Notizie correlate
striker151@virgilio.it