Pronostici NCAAF Week 11, tutte le analisi dei big match di questa settimana di College Football. Ne abbiamo analizzate per voi ben 18 con tanti spunti per le scommesse di una Week 11 iniziata già alla grande con i nostri pronostici College Football, dopo aver chiuso alla grande anche il sabato di week 10.

Pronostici NCAAF Week 11: i primi risultati

Dopo l’ottimo 3-1 con cui abbiamo chiuso il sabato della week 10, la Week 11 è iniziata già martedì con le prime 3 partite, una delle quali ci ha mandato anche in cassa, la vittoria in trasferta di Ohio contro Miami OH.

Altre 3 partite di MAC al mercoledì e ancora cassa con la doppia su Buffalo e Western Michigan che perdono entrambe, ma giocandosi le rispettive partite punto a punto come ci aspettavamo.

Giovedì notte sono in campo UL Lafayette-Georgia Southern e a Memphis-Tulsa.

Pronostici NCAAF Week 11: i big match della settimana

Southern California Trojans-Colorado Buffaloes

Al venerdì la prima sfida interessante, almeno con un top team in campo i Trojans (8-1, 6-1 Pac-12) del quarterback Caleb Williams che ha guidato l’attacco di USC a segnare 41+ punti in ognuna delle ultime 3 partite e oggi i padroni di casa sono nettamente favoriti contro il pessimo programma di Colorado (1-8, 1-5) che sta segnando solo 15.6 punti di media.

Da quando i Buffaloes sono in Pac-12 hanno perso tutte e 10 le sfide con uno scarto medio di -17.4 punti. Oggi USC ne deve coprire praticamente il doppio (-34.5). I Trojans sono 1-10 ATS in casa contro squadre con record esterno perdente.

Illinois Fightning Illini-Purdue Boilmakers

Un TD di vantaggio per i Fighting Illini (7-2, 4-2) in casa contro Purdue (5-4, 3-3). Illinois è guidata dal QB Tommy DeVito e dal RB Chase Brown e dopo 6 vittorie di fila si è fermata nel 15-23 contro MSU. Purdue ha vinto 13 sfide su 17 contro gli Illini dal 2003 ad oggi ma si presenta dopo 2 sconfitte, compreso il 3-24 contro la difesa di Iowa.

Oggi i Boilmakers sfidano una difesa anche migliore, quella di Illinois 1° per punti concessi (10.4) e per total yard (235.2), solidissima sia sui lanci (2°) che sulle corse (4°). I Fighting Illini sono Under 4-0-1 in casa, i Boilermakers sono Under 7-1 dopo una sconfitta e Under 5-0 nei precedenti contro Illinois.

Arkansas Razorbacks-LSU Tigers

Un altra vittoria per i Tigers (7-2, 5-1) che rimangono in corsa per la top-4 che vale i playoffs CFB dopo il grande colpo di sabato scorso, il 32-31 overtime contro Alabama. Ora c’è il viaggio in Arkansas (5-4, 2-3) contro i Razorbacks che stanno giocando una stagione di alti e bassi (dopo 2 vittorie su Auburn e BYU con 93 punti segnati hanno perso 19-21 contro Liberty) e il rientro dall’infortunio del QB KJ Jefferson è stato negativo e preoccupante, anche se coach Sam Pittman ha escluso di sostituirlo col backup Malik Hornsby.

LSU è favorita con un field goal di vantaggio (-3.0) ma è 4-10-1 ATS nei precedenti contro i Razorbacks (2-5 ATS negli ultimi viaggi in Arkansas).

Tennesse Volunteers-Missouri Tigers

La scorsa settimana Tennessee (8-1, 4-1 SEC) ha perso la grande sfida contro Georgia, primo ko dell’anno in una stagione in cui i Volunteers hanno battuto perfino Alabama, ma al momento non sarebbero nella top-4, una vera beffa. I Volvs devono rimettersi subito in pista contro un avversario scomodo che nelle ultime settimane è cresciuto molto, anche se arriva dal 17-21 contro Kentucky. Parlo di Missouri (4-5, 2-4) che ha perso 4 partite di SEC con un totale di 18 punti di scarto, quindi giocandosela sempre, in particolare con la propria difesa. I Tigers hanno perso gli ultimi 3 precedenti contro i Volvs.

Tennessee rimane imbattuta in casa (6-0) e oggi si gioca a -20.5 punti, una linea molto alta per quanto detto su Missouri. Interessante anche O/U 56,5. Da una parte Missouri è O/U 1-8 in stagione grazie ad una solida difesa (21.4 punti, 31°) e per colpa di un pessimo attacco (23.1, 101°). I Tigers hanno segnato 7 Under consecutivi in trasferta. I Volunteers però sono 2° in attacco per punti segnati (45.3) e 1° nella nazione per total yard (523.7) e sono Over 8-1 in casa.

Ohio State Buckeyes-Indiana Hoosiers

Sulla carta non c’è storia con i Buckeyes (9-0, 6-0 Big Ten) favoriti con -40.5 punti di handicap in casa contro gli Hoosiers (3-6, 1-5) reduci da 6 sconfitte in fila. Ohio State è uno dei programmi più equilibrati della nazione (2° nel pool ranking) con l’attacco che segna 45.8 punti di media (1°) e 484.1 total yard (14°) guidato dal quarterback C.J. Stroud e la difesa 8° come punti (15.8) e 6° come total yard (271.8).

Brutte notizie per gli Hoosiers 114° come punti concessi (32.2) e 104° in total yard (422.3) con la propria difesa che appare inadeguata, ma l’attacco non va meglio: 100° come punti segnati (23.3) e 112° in total yard (329.0). Ecco spiegati i -40.5 punti che però rimangono tanti, anche se Ohio State gioca in casa e gli Hoosiers sono 0-5 ATS in trasferta.

Michigan Wolverines-Nebraska Cornhuskers

Altro handicap massiccio (-29.5) su un altra squadra in top-4, che al momento si giocherebbe le semifinali dei playoffs CFB, Michigan (9-0, 6-0 Big Ten) che è al 3° posto anche grazie alle corse di una forza della natura, il RB Corum che combina alla grande con Edwards rientrato molto bene contro Rutgers (dominata 52-17 con i due RB che hanno segnato esattamente 109 rushing yard a testa ma Edwards è stato anche il migliore in ricezione con 52 yard in 3 target), ennesima vittoria dei Wolverines che rimangono imbattuti.

Anche il cambio in panchina non è bastato in Nebraska e i Cornhuskers (3-6, 2-4) hanno perso le ultime 3 partite dopo che la settimana scorsa da avanti 10-0 all’intervallo contro Minnesota, hanno perso 13-20 implodendo nel secondo tempo. Michigan ha il 5° attacco per punti segnati (42.2) grazie alle corse, ma ad impressionare è anche la difesa su terra, la migliore dell’intera nazione con 72.4 rushing yard concesse di media. La squadra di Jim Harbrough concede appena 12.1 punti di media (3°).

Penn State Nittany Lions-Maryland Terrapins

Penn State (7-2, 4-2 Big Ten) ha reagito bene alla sconfitta contro Ohio State e la settimana scorsa ha comodamente battuto Indiana 45-14. Penn State potrà continuare a vicnere in casa dove è favorita con -10.5 punti contro Maryland (6-3, 3-3). Attenzione a sottostimare i Terrapins di Taulia Tagovailoa, fratello di Tau, QB di Miami, anche se dopo 2 vittorie si sono fermati 10-23 in Wisconsin.

Penn State domina 41-3-1 nei precedenti di questa serie contro Maryland. Entrambe le squadre segnano abbastanza, Maryland è 47° con 31.4 punti, Penn State è 32° con 34.4. I Terrapins sono Over 5-1 dopo una sconfitta, i Nittany Lions arrivano da 4 Under di fila ma va detto che Penn Satte e Maryland sono Under 4-0 negli ultimi scontri diretti. Oggi linea a 59.0 punti totali.

betting online
Bonus Benvenuto: fino a €100

Il bonus benvenuto di Starcasinò Bet è riservato ai nuovi iscritti. Ricevi subito un bonus del 50% fino ad un massimo di €100.
5.0

Bonus Benvenuto: fino a €450


Il bonus benvenuto di Sisal è riservato ai nuovi iscritti. Ricevi subito €100 in Fun Bonus + fino a €50 sul primo deposito + fino a €300 in 30 settimane.

4.8

Bonus Benvenuto: fino a €505

 


Il bonus benvenuto di Goldbet offre il 100% del tuo primo deposito fino a 500€ in Bonus Sport + un Bonus Virtual pari a 5€.

4.5

Mississippi Rebels-Alabama Crimson Tide

Alabama (7-2, 4-2) arriva dalla sconfitta 31-32 OT contro LSU ed è davvero una rarità una stagione da 2 sconfitte per il programma di Nick Saban che aveva già perso contro Tennessee. Ora i Crimson Tide sono ospiti in Mississippi (8-1, 4-1 SEC) e sono favoriti a -11.5 ma attenzione alle sorprese visto che i Rebels sono imbattuti in casa (5-0) e cercano una vittoria importante. Ole Miss arriva dalla settimana di bye e prima aveva vinto 31-28 a Texas A&M dopo aver perso a loro volta a LSU.

I Crimson Tide sono 5-0 ATS dopo una sconfitta ma 3-7 ATS negli ultimi viaggi in Mississippi. I Rebels sono 1-6 ATS nelle scommesse sulle ultime partite giocate in casa al Vaught-Hemingway Stadium.

Clemson Tigers-Louisville Cardinals

I Tigers (8-1, 6-0 ACC) hanno vinto 38 partite di fila in casa e in 6 degli ultimi 8 anni sono stati protagonisti ai playoff CFP anche se quest’anno rischiano di non esserci, specialmente dopo la pesante sconfitta 14-35 della settimana scorsa a Notre Dame. I Tigers hanno però sempre vinto nelle ultime 7 sfide contro Louisville (6-3, 3-3). I Cardinals sono reduci da 4 vittorie, tra cui quella per niente scontata contro Wake Forest.

La forza di Clemson è la difesa sulle corse (16°), punto su cui spinge l’attacco di Louisville che invece è molto modesto per via aerea. Questo aspetto e il fattore campo spingono i Tigers favoriti con 1 TD di vantaggio (-7.0), una linea che mi sembra giusta, anche alla luce del 0-5 ATS dei Cardinals negli ultimi precedenti contro Clemson.

Tulane Green Wave-Central Florida Black Knight

Due programmi in top-25 un pò a sorpresa, quanto meno i Green Wave (8-1, 5-0 AAC) che arrivano da 5 vittorie di fila e non giocavano una stagione del genere dal 1998. Tulane arriva dal 27-13 a Tulsa in cui hanno dominato con 482 total yard contro le 257 concesse agli avversari. Michael Pratt sta completando il 66.7% dei lanci ed è arrivato a 1,843 yards con 14 touchdowns, con a disposizione una serie di target davvero importante e variegata.

UCF (7-2, 4-1) arriva dalla vittoria 35-28 a Memphis anche col backup QB Keene al posto di Plumlee che rimane in forse, ma con possibilità di rientrare alla guida di un attacco da 35.7 punti di media e 500.4 total yard (7°). Anche Tulane ha un ottimo attacco da 32.9 punti. Le difese non sono da meno, Tulane concede 16.9 punti (11°), UCF 18.8 (16°). Entrambe sono O/U 3-6 in questa stagione. Green Wave quasi perfetti nelle scommesse (8-1 ATS) sono inoltre 7-0 ATS negli ultimi conference games e 5-1 ATS nei precedenti contro i Knights. Tulane gioca in casa ma è leggermente sfavorita (-2.0) in una sfida attesa punto a punto.

Oregon Ducks-Washington Cougars

Continua la crescita dei Ducks (8-1, 6-0 Pac-12) arrivati al #6 del pool ranking nazionale. L’attacco è uno dei punti di forza di Oregon, guidato dal quarterback Bo Nix per la 3° settimana di fila Offensive Player of the Week della conference (non era mai successo in Pac-12. I Ducks viaggiano a 43.1 punti di media (4°) e 2° in total yard (520.6).

Oregon ha vinto 15 delle ultime 17 sfide contro gli Huskies (7-2, 4-2) che hanno però vinto le ultime 3 partite e sono in ottima forma, col quarterback Michael Penix Jr che è il migliore della nazione con 3,232 yards (23 TD, 5 INT). Insomma, sarà una grande sfida tra QB mentre Oregon ha qualcosa in più anche sull’attacco su corsa (11° con 231.2 rushing yard) rispetto a Washington (125.3, 99°). Attesi tanti punti e la linea O/U è altissima a 72.5. I Ducks sono O/U 6-3 in stagione, i Cougars fanno anche meglio con O/U 7-2 e sono Over 4-1 negli ultimi viaggi all’Autzen Stadium in Oregon. Ducks favoriti con 2 TD di vantaggio (-13.5) forti di un 7-2 ATS stagionale (5-0 ATS nelle ultime partite) mentre gli Huskies sono 0-5 ATS nelle ultime partite e 2-14-1 ATS nei precedenti contro i Ducks (1-7-1 ATS negli ultimi viaggi in Oregon).

Baylor Bears-Kansas State Wildcats

Due programmi con record identici, sia totali che di conference. Baylor (6-3, 4-2 Big 12) ha il vantaggio di giocare in casa, arriva da 3 vittorie di fila e ha il 14° attacco della nazione con 38.3 punti segnati di media (4° con 210.3 rushing yards e 4° anche in total yard).

Kansas State (6-3, 4-2) ha invece una mentalità difensiva e potrà contrapporre la 18° miglior retroguardia della nazione come punti concessi (19.1) anche se la settimana scorsa i Wildcats hanno concesso 34 punti ai Longhorns. Baylor leggermente favorita (-2.5). Linea O/U a 53.0 punti con i Bears che sono O/U 7-2 in stagione (Over 6-0 nelle ultime partite). I Wildcats sono Over 5-1 negli ultimi viaggi a Baylor.

Mississippi State Bulldogs-Georgia Bulldogs

Bulldogs vs Bulldogs. Georgia (9-0, 6-0 SEC) vuole tenersi il primo posto nel ranking e dopo aver inflitto il primo ko stagionale a Tennessee, è attesa ad una trasferta non semplice a Mississippi State (6-3, 3-3) dove i campioni in carica sono comunque favoriti con -16.5 punti di handicap. Georgia ha annientato anche il super attacco dei Volvs, grazie alla 2° difesa per punti concessi (10.7), 4° in total yard e 6° sulle corse. Georgia è 6° sui first downs concessi. In attacco le cose non cambiano, 1° in red zone (98%), 3° in total yard (514.2), 10° sui lanci (320.2) e 11° come punti segnati (40.1) col quarterback Stetson Bennett che completa il 67.8% per 2,606 yards e 11 touchdowns.

Anche i Bulldogs di coach Mike Leach (che sono imbattuti in casa con record di 5-0), possono affidarsi ad un attacco che segna 32.6 punti a partita con 324.3 yard su lancio (9°) e il 92.6% di realizzazioni in red-zone, grazie al QB Will Rogers che completa il 68.3% ed è il leader di SEC con 2,912 yards e 26 touchdowns (5 intercetti); Rara Thomas è il suo target preferito. Il problema di Mississippi State è che la difesa che non è male (24.0 punti concessi) ma non è assolutamente al livello di quella dei Bulldogs. Georgia ha vinto 12 delle ultime 13 sfide contro Mississippi State ed è 3-1-1 ATS in casa.

Wake Forest Demon Deacons-North Carolina Tar Heels

I Tar Heels (8-1, 5-0 Atlantic Coast Conference) hanno fatto un grande cambio rispetto all’anno scorso quando avevano chiuso con 0-6 in trasferta e ora sono 5-0 fuori casa in questo 2022 e 5 sono anche le vittorie consecutive per UNC che è leggermente sfavorita (+3.5) nella trasferta a Wake Forest (6-3, 2-3) anche se i Demon Deacons arrivano a 2 sconfitte molto deludenti in cui il quarterback Sam Hartman è stato intercettato 6 volte (3+3).

North Carolina è avanti 71-36-2 nella serie contro Wake Forest, incluso il doppio successo nelle ultime 2 stagioni, in due partite spettacolari ad alto punteggio (58-55, 59-53). Per questa sfida i bookmakers si fanno trovare pronti questa volta con una linea enorme di 77.5 punti totali. In questa stagione, al netto dei problemi delle ultime 2 partite, Wake Forest ha il 19° attacco per punti segnati (36.9), UNC fa anche meglio al 9° posto (40.6).

Texas Longhorns-TCU Horned Frogs

Se la stagione finisse oggi gli Horned Frogs (9-0, 6-0 Big 12) sarebbero ai playoffs CFB, davvero una sorpresa per TCU che rimane imbattuta e che sabato gioca una trasferta delicatissima in Texas (6-3, 4-2 Big 12). Questa settimana il quarterback di TCU Max Duggan non avrà a disposizione la sua stella in ricezione, Quentin Johnston ma gli Horned Frogs hanno sempre il 3° miglior attacco per punti (43.1) e 4° in total yard (508.7), equilibrato sia sui lanci che sulle corse.

I Longhorns arrivano dall’incoraggiante vittoria su Kansas State ma hanno perso 7 delle ultime 10 sfide contro TCU (1-4 in casa ad Austin). TCU ha anche un impressionante 7-1-1 ATS nelle scommesse ma i Longhorns rispondono con 5-1 ATS in casa. Texas segna 36.1 punti di media (24°), un buon attacco, ma la difesa area (258.1 passing yard, 102°) potrebbe faticare contro Duggan e compagni. Nonostante tutti i bookmakers favoriscono i Longhorns a -7.0. Appoggerei gli ospiti che potranno quanto meno giocarsi anche questa sfida con un ennesimo punto a punto come ne abbiamo visti tanti per TCU quest’anno.

Syracuse Orange-Florida State Seminoles

Due programmi in top-25 ma che stanno andando in direzioni diametralmente opposte. I Seminoles (6-3, 4-3) arrivano da 2 dominanti vittorie: 41-16 su Georgia Tech e il 45-3 a Miami che ci ha anche mandato in cassa la settimana scorsa. Gli Orange (6-3, 3-2) al contrario arrivano da 3 sconfitte consecutive. Il QB di FSU, Jordan Travis, era stato protagonista anche nel 33-30 dell’anno scorso contro Syracuse che invece ha in forse il quarterback Garrett Shrader. Se venisse confermato out gli Orange dovrebbero giocare col backup Carlos Del Rio-Wilson che ha completato solo 8 lanci su 23 (120 yard) nella sconfitta 9-19 contro Pittsburgh. Syracuse ha in dubbio anche il miglior ricevitore, Oronde Gadsden.

I Seminoles hanno vinto 12 delle ultime 13 sfide contro gli Orange e oggi si giocano a -7.5 punti di handicap. Syracuse ha un record di 5-1 in casa e una difesa che concede solo 18.4 punti di media (15°). I Seminoles a loro volta concedono solo 19.8 punti (22°), ma sono migliori in attacco (33.6 punti contro i 30.0 degli Orange). Syracuse è 0-4 ATS dopo una sconfitta, FSU è 6-1 ATS dopo una vittoria e 6-0 ATS in trasferta e giustamente i Seminoles in questo scenario sono favoriti con 1 TD di vantaggio (-7.0).

Utah Utes-Stanford Cardinal

Stagione pessima per Stanford (3-6, 1-6) che arriva inoltre da 2 pesanti sconfitte (14-52 contro Washington State e 13-38 contro UCLA). Utah (7-2, 5-1 Pac-12) è imbattuta in casa quest’anno (5-0) e sul proprio campo ha perso solo 1 delle ultime 25 partite. Cam Rising è un ottimo QB ma ha un problema ad una caviglia che lo ha limitato anche se gli Utes possono contare sul 23° attacco su corsa (202.9 rushing yard).

I Cardinal hanno un problema proprio nella difesa su terra (124°) ma anche l’attacco segna solo 22.6 punti (106°) rispetto ai 39.0 punti segnati da Utah (12°). Lo scorso anno Utah ha dominato 52-7 su Stanford, guarda caso con 441 rushing yard! Per questa sfida i padroni di casa sono favoriti con -24.5 punti di handicap. Gli Utes sono 5-1 ATS in casa, i Cardinal 2-7 ATS in questa stagione e 0-4-1 AS nei precedenti contro Utah.

UCLA Bruins-Arizona Wildcats

I Bruins (8-1, 5-1 Pac-12) arrivano dal 50-36 su Arizona State in cui hanno prodotto 402 yard su terra. Del resto UCLA ha il 7° miglior attacco come rushing yards (242.3) a cui contribuisce anche il QB Dorian Thompson-Robinson anche se la vera stella in questo caso è il running back Zach Charbonnet (3° nella nazione con 137.7 yards) che ha qualche problema ma dovrebbe esserci per sua stessa ammissione visto che non vuole saltare la sfida contro i rivali dell’Arizona che potrebbe fare a pezzi visto che concedono la bellezza di 218.7 rushing yard (125°). I Wildcats (3-6, 1-5) arrivano dal 20-45 contro Utah con 7 fumble e una pessima prova del QB Jayden de Laura che non avrà fatto felice coach Jedd Fisch, e oggi le cose non dovrebbero migliorare con in dubbio il WR Jacob Cowing anche se parliamo del 7° miglior attacco aereo della nazione (328.0 passing yard).

Il problema è la difesa di Arizona, una delle peggiori in molte statistiche (38.2 punti concessi, 128°), che sfiderà l’attacco di UCLA: 5° in total yard (508.4) e 8° come punti segnati (40.8). I Bruins hanno sempre vinto in casa quest’anno (6-0) e oggi sono favoriti a -19.5. I Wildcats sono 2-7-1 ATS nei precedenti contro i Bruins (1-4 ATS negli ultimi viaggi ad UCLA). Linea O/U altissima a 77.5 punti. In stagione i Bruins sono O/U 7-2, i Wildcats O/U 6-3, con Arizona che è Over 5-1-1 nelle ultime trasferte mentre i Bruins sono Over 6-0 dopo una vittoria. Negli ultimi 3 precedenti sempre Under ad interrompere una striscia di 4 Over tra UCLA ed Arizona.

Seguici su Telegram: canale Betting Maniac

Segui il nuovo canale BETTING MANIAC su Telegram. Accedi da QUI al canale gratuito e se ti piace il nostro lavoro, e vuoi ricevere tutti i contenuti quotidiani di 7 tipster su tutti gli sport, entra nel VIP con le nostre promozioni speciali. Entri gratis, o con meno di un caffè al giorno! Inizia a vincere con noi ed approcciati alle scommesse in modo più professionale.

Comparatore Scommesse
Bonus Benvenuto: fino a €100

Il bonus benvenuto di Starcasinò Bet è riservato ai nuovi iscritti. Ricevi subito un bonus del 50% fino ad un massimo di €100.

Bonus Benvenuto: fino a €450


Il bonus benvenuto di Sisal è riservato ai nuovi iscritti. Ricevi subito €100 in Fun Bonus + fino a €50 sul primo deposito + fino a €300 in 30 settimane.

Bonus Benvenuto: fino a €505

 

Il bonus benvenuto di Goldbet offre il 100% del tuo primo deposito fino a 500€ in Bonus Sport + un Bonus Virtual pari a 5€.

Bonus Benvenuto: fino a €305

Il bonus benvenuto Snai è riservato ai nuovi iscritti. Per ottenere €5 bonus, aprire un conto gioco e inviare un documento di identità. Il Bonus Snai Gold è pari al 100% fino a €300.
Bonus Benvenuto: fino a €100

Bonus Benvenuto BetN1: per i nuovi clienti il 100% del primo deposito fino a 100€ inserendo il codice WBSPORT100